AirPatrol WiFi per controllare il condizionatore con lo smartphone

da

Si chiama AirPatrol Wifi ed è un dispositivo che permette di accendere, spegnere e regolare la temperatura del condizionatore tramite lo smartphone, anche fuori casa. Sebbene alcuni climatizzatori moderni siano già provvisti di questa tecnologia di controllo remoto, una grande percentuale di impianti domestici, specie quelli più datati, ne è assolutamente priva. Noi di Passione Tecnologica abbiamo provato il sistema AirPatrol WiFi e possiamo svelarvi qualche impressione e consiglio per modernizzare l’impianto di casa vostra.

AirPatrol WiFi e App

AirPatrol WiFi e App

Collegare AirPatrol al condizionatore di casa

Partiamo con le misure: questo dispositivo è realmente compatto (misura 1,6 cm x 8,6) e può essere collocato, con facilità, all’interno della stanza nella quale si trova il condizionatore. Abbiamo provato a posizionarlo di fronte, sotto, e anche lateralmente al climatizzatore e in tutti i casi abbiamo riscontrato ottima ricezione. Una volta alimentato elettricamente, tramite il trasformatore fornito in dotazione, sarà possibile testare il “dialogo” tra AirPatrol e l’impianto domestico, premendo il tasto “Test” posizionato a lato del dispositivo; se il condizionatore si accende, significa che va tutto bene e potremo procedere con la configurazione del prodotto. Il passo successivo sarà quello di scaricare e installare l’applicazione sullo smartphone e configurare il prodotto.

Sullo sfondo il vecchio condizionatore Samsung utilizzato per la prova.

Sullo sfondo il vecchio condizionatore Samsung utilizzato per la prova.

Controllare il condizionatore con lo smartphone

L’applicazione per utilizzare questo prodotto è disponibile, per dispositivi Android e iOS e può essere scaricata scansionando il codice QR presente sul retro della confezione di AirPatrol. Per sincronizzare il dispositivo con l’app, occorre selezionare sulla stessa “Aggiungi un telecomando” e scegliere il tipo di prodotto acquistato, nel nostro caso AirPatrol WiFi. A questo punto, sarà sufficiente scansionare il codice QR presente sul retro del dispositivo, seguire le istruzioni e attendere la fine dell’abbinamento. Ad operazione ultimata, tramite il cellulare, si potrà accendere e spegnere il condizionatore, regolare la temperatura, scegliere la modalità di utilizzo (Automatico, Freddo, Pompa di Calore, Deumidificatore) e impostare la velocità di rotazione della ventola. Purtroppo, parte delle funzioni presenti sull’app sono in lingua inglese, ma senza troppi problemi, saremo in grado di aggirare il “problema”. Domanda da un milione di dollari: tutti i condizionatori possono essere comandati da remoto?

Alcune schermate dell'app di AirPatrol.

Alcune schermate dell’app di AirPatrol.

Condizionatori compatibili 

Nel menu “impostazioni” dell’applicazione potremo selezionare la marca, tra le quarantuno compatibili, e il modello del condizionatore utilizzato. Non preoccupatevi di sbagliare la selezione poiché sarà davvero semplice tornare sui propri passi e modificare la scelta, direttamente dal proprio smartphone.

Le funzioni extra non guastano mai

Oltre alla regolazione di temperatura, velocità della ventola e impostazione della modalità di utilizzo è possibile utilizzare un comodo calendario per impostare una schedulazione di accensione o spegnimento del condizionatore in determinati orari e giorni, anche ricorsivi (una volta al giorno, settimana, mese, anno). Possono essere impostate fino a 4 schedulazioni simultanee, davvero utili in molte situazioni. Molti di voi si staranno chiedendo: “come faccio a utilizzare questo dispositivo se non ho wifi e adsl a casa?” Quelli di AirPatrol hanno pensato anche a questa variabile, creando la versione GSM del prodotto che funziona con una normalissima SIM dati e non richiede altre connessioni domestiche.

AirPatrol WiFi costa 169€ e può essere acquistato direttamente online sul sito italiano dedicato.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©