Sony non vende più televisori, arrivano i licenziamenti.

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

La crisi economica non guarda in faccia a nessuno, si nasconde dietro un muro immaginario, in attesa di affondare il colpo mortale alla sua vittima prescelta. Questa volta è toccato ad un colosso mondiale dell’elettronica di consumo, ovvero SONY, che, secondo la fonte autorevole del quotidiano finanziario giapponese NIKKEI, è pronta al taglio di 10mila dipendenti entro la fine del 2012.

La pagina Web del quotidiano finanziario Nikkei con la notizia

La crisi di SONY è legata prevalentemente alla clamorosa flessione delle vendite nel settore dei televisori LCD. La concorrenza sempre più agguerrita e qualitativa di SAMSUNG ed altri colossi mondiali ha letteralmente soffocato e rilegato in secondo piano la società giapponese proprietaria del marchio Playstation.

La multinazionale Sony naviga in cattive acque

Le perdite economiche di SONY per l’anno 2011 sono state devastanti,  tanto da indurre le previsioni per il 2012 al valore più pessimistico degli ultimi decenni, si consideri che nello scorso trimestre ottobre-dicembre 2012, le perdite per la società giapponese sono state di ben 1,49 miliardi di euro.

I tagli annunciati di 10mila dipendenti nel mondo, rappresentano il 6% dell’organico SONY a livello globale. Secondo SONY, una parte consistente dei questi tagli dovrebbe garantire un maggiore sviluppo delle attività chimiche nel settore degli schermi LCD.

Tutti i Diritti sono Riservati © – PassioneTecnologica.it

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape