L’uomo su Marte nel 2030 con il programma Aurora

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Amici di PassioneTecnologica.it, oggi parliamo dell’ambizioso programma spaziale Aurora, di proprietà dell’Esa, l’agenzia spaziale Europea, che prevede come atto finale, lo sbarco dell’uomo su Marte nel 2030.

Il piano del programma spaziale europeo Aurora

Il programma Aurora, che collabora strettamente con l’americana NASA, prevede come prima tappa, la missione denominata ExoMars, che nel 2016  invierà sul pianeta rosso l’orbiter denominato Mars Trace Gas Mission ed il dimostratore tecnologico EDL (Un modulo scientifico che atterrerà sul pianeta) .

Nel 2018 sarà la volta di una coppia di Rover (Americano ed Europeo) per l’esplorazione diretta del suolo di  Marte, che saranno inviati nello spazio tramite il razzo vettore  Atlas V fornito dalla NASA. In questo ambito della missione, saranno effettuati particolari studi relativamente ai gas presenti nell’atmosfera del pianeta e la loro provenienza. Entrambi i Rover atterreranno al suolo nello stesso sito marziano.

Lo scenario virtuale di uno sbarco su Marte

Entro il 2020, l’Agenzia Spaziale Europea prevede di attivare la missione Mars Sample Return Mission, che prevede la raccolta di campioni di roccia dal suolo marziano per poi riportarli sulla terra. In parallelo, sempre entro il 2020, sulla terra, sono previsti numerosi test e dimostrazioni che coinvolgeranno equipaggi umani per verificare e consolidare le tecniche da impiegare nelle future missioni.

Tutte queste imponenti missioni innaugurali del programma Aurora avranno come unico scopo la verifica e lo studio delle condizioni fisiche e geologiche per le future missioni umane del pianeta rosso.

Al programma Aurora, che avrà durata di 30 anni, hanno aderito, tramite sostanziosi finanziamenti, diversi paesi della Comunità Europea con l’aggiunta del Canada. Un programma spaziale di questa portata, con obiettivi ambiziosi ed unici come quello che si propone Aurora, è molto costoso e la cooperazione tra Stati è fondamentale. Si consideri che Aurora è costata nel periodo tra il 2005 ed il 2009 la modica cifra di novecento milioni di euro. Noi di PassioneTecnologica riteniamo che imprese come questa possano valere fino all’ultimo centesimo tutte le spese sostenute.

Locandina Ufficiale del Programma Aurora

Il 2030 vivrà l’atto finale del programma, che consentirà all’umanità di mettere piede su un pianeta diverso dalla nostra amata Terra.

Marte stiamo arrivando, è davvero il caso di dirlo.

Scaricate la Brochure UFFICIALE del programma Aurora  

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape