Facebook porta il cloud gaming sui dispositivi Apple grazie a una nuova app

Facebook sta portando il suo nascente servizio di cloud gaming su iPhone e iPad attraverso un’app Web che le persone potranno aggiungere alle loro schermate iniziali come un’app nativa. Il sito ti consentirà di giocare a semplici giochi web come il solitario e gli abbinamenti a tre e lo streaming di titoli più intensivi dal punto di vista grafico come i giochi di corse. Grazie alle regole di Apple, non è chiaro come le persone lo troveranno, dal momento che agli sviluppatori di terze parti come Facebook è vietato indirizzare gli utenti delle loro app a siti Web con meccanismi di acquisto che non sono di proprietà di Apple. È un enorme punto di attrito non solo con Facebook, ma con altre società di gioco come Epic che hanno fortemente protestato contro la presa di Apple sui pagamenti iOS. La libreria di giochi web di Facebook, che include quelli basati su HTML5 insieme a titoli più avanzati che trasmettono direttamente dal cloud, utilizza il sistema di pagamento personalizzato del social network chiamato Facebook Pay per accettare acquisti in-game.

App Store al centro di tutto

La decisione di Facebook di portare la sua piattaforma di gioco su iOS tramite il web imita l’approccio di Amazon e Microsoft, che hanno anche rilasciato Progressive Web App, o PWA, per i loro rispettivi servizi di cloud gaming per aggirare l’App Store. L’anno scorso, Facebook si è lamentato ad alta voce quando Apple ha bloccato il suo tentativo di mettere i giochi in un’app autonoma per iOS e ha detto che avrebbe esaminato delle alternative. Poco dopo, Apple ha cambiato le sue regole per consentire i giochi basati su cloud purché fossero inviati individualmente come app all’App Store per la revisione, una politica che Microsoft e altri hanno affermato non soddisfaceva il loro desiderio di rilasciare le proprie vetrine di gioco su iOS.

“Siamo giunti alla stessa conclusione degli altri: le app web sono l’unica opzione per lo streaming di giochi cloud su iOS al momento”, ha dichiarato a The Verge il vicepresidente dei giochi di Facebook, Vivek Sharma. “Come molti hanno sottolineato, la politica di Apple di “consentire” i giochi cloud su App Store non consente molto. Il requisito di Apple per ogni gioco cloud di avere una propria pagina, passare attraverso la revisione e apparire negli elenchi di ricerca vanifica lo scopo del gioco cloud. Questi blocchi impediscono ai giocatori di scoprire nuovi giochi, giocare su più dispositivi e accedere istantaneamente a giochi di alta qualità nelle app iOS native, anche per coloro che non utilizzano i dispositivi più recenti e più costosi”.

La politica Apple di consentire i giochi in cloud su App Store

Che sia in atto una rivoluzione importante in chiave di gaming e in particolare del segmento rivolto a chi gioca in modalità cloud appare ormai piuttosto evidente. L’interesse da parte di realtà come Google, Facebook e appunto Apple toglie ogni dubbio circa quello che andremo a vedere nei prossimi anni, per il gioco digitale contemporaneo. Stiamo assistendo a una fase dove non solo il gaming, ma anche l’industria dei casinò online sta ottenendo buone performance, in crescita rispetto alle stagioni precedenti. Vediamo come realtà come quella del blackjack online, delle roulette e in misura maggiore delle slot machine stiano spopolando e ottenendo buoni risultati a livello operativo, specialmente per i mercati europei.

Facebook non è ancora uno dei principali attori nei giochi, poiché si è concentrato principalmente sul corteggiamento degli streamer per trasmettere il loro gameplay ai fan. Ma l’anno scorso ha acquisito una startup di cloud gaming e ha rilasciato una manciata di titoli free-to-play come Asphalt 9. Da allora ha reso il suo servizio disponibile in più regioni, ha aggiunto altri titoli come Assassin’s Creed: Rebellion e ha detto che 1,5 milioni di persone giocano i suoi giochi cloud al mese.

Epilogo e futuro

Mentre Facebook alla fine ha trovato una soluzione per ottenere i suoi giochi cloud su iOS, ci sono ancora grandi limitazioni imposte dal browser Safari di Apple sui giochi web. L’audio è disattivato per impostazione predefinita, i giochi non possono inviare notifiche push e la grafica non è così potente come nelle app native. E poi c’è il problema della scoperta.

Un portavoce di Facebook ha rifiutato di commentare i suoi piani di crescita per il sito Web di giochi, ma le regole di Apple affermano che gli sviluppatori non possono inviare utenti da un’app nativa a un sito Web con una tecnologia di pagamento diversa dalla propria. Gli sviluppatori delle funzionalità di Facebook dei giochi potrebbero fare il proprio marketing, ma questi sforzi sarebbero impalliditi rispetto al traffico che l’app principale di Facebook potrebbe inviare.

I giochi cloud di Facebook sono attualmente disponibili negli Stati Uniti e in alcune parti del Canada e del Messico, mentre i giochi HTML sono accessibili altrove poiché i giochi cloud vengono lentamente portati in tutto il mondo, Europa inclusa.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Redazione di Passione Tecnologica
La redazione di PASSIONEtecnologica.IT il sito italiano dedicato alla tecnologia.