Recensione di Redmi Note 7, Smartphone Economico da 48MP

da

Duecento euro, questa è l’incredibile cifra con cui vi porterete a casa il nuovo smartphone Redmi Note 7, il primo telefono di Redmi, nata da una costola della ben nota Xiaomi. Qualità costruttiva, fotocamera da 48 megapixel, e una potente batteria da 4000 mAh, queste sono le principali caratteristiche di uno smartphone economico che si propone come un best buy assoluto. Ci riuscirà? Scopriamolo insieme in questa recensione di PASSIONEtecnologica.IT.

Recensione di Xiaomi Note 7

Confezione e contenuti

La confezione di vendita della versione italiana del Redmi Note 7 è il classico box in stile Xiaomi, bianco e molto minimal. Spicca in primo piano il nome del device, come a ricordarci il cambio di rotta eseguito da Xiaomi, che rende il brand Redmi un marchio indipendente. All’interno, oltre allo smartphone, troviamo la classica dotazione che comprende un alimentatore da parete da 5V/2A, una cover protettiva in silicone morbido, una spilla per la rimozione del carrello delle SIM, e il cavo USB-Type C, per la ricarica ed il trasferimento dati. 

Recensione di Xiaomi Note 7

Design ed ergonomia

Redmi Note 7 sembra un classico smartphone Xiaomi, già visto nei modelli presentati in passato. Il vetro in Gorilla Glass 5 è presente non solo sul display ma anche nella parte posteriore del dispositivo. Le cornici sono realizzate in plastica ma di estrema qualità, e non vi faranno rimpiangere il metallo. L’impressione finale è quella di un device ben costruito, estremamente solido e robusto. Nella parte posteriore è collocata la doppia fotocamera, che purtroppo sporge molto dalla scocca. Essendo posizionata lateralmente non garantisce molta stabilità quando si appoggia lo smartphone sulle superfici piane. L’impugnatura di Redmi Note 7 è buona nonostante dimensioni e peso siano importanti. Tuttavia, a causa della struttura in vetro, lo smartphone risulta piuttosto scivoloso, costringendoci a utilizzarlo con una cover. L’aspetto positivo è la capacità di dissipazione del calore dello schermo, che non scalda troppo, anche nei momenti di maggior stress come l’utilizzo di un videogioco. Per concludere, segnaliamo la disponibilità di tre colorazioni: un nero classico, come quello utilizzato nella nostra recensione e due tonalità vivaci e sgargianti rosa e blu, che piaceranno sicuramente a chi vorrà provare qualcosa di nuovo.       

Caratteristiche tecniche  

Redmi Note 7 è uno smartphone medio gamma che per meno di 200 €, assicura prestazioni decisamente maggiori per la fascia di prezzo a cui viene proposto. Le caratteristiche tecniche di questo smartphone sono elevate e lasciano presagire potenzialità di uno dei migliori best-buy del 2019. A bordo dello smartphone troviamo infatti il processore Snapdragon 660 con GPU Adreno 512 a 2,2GHz, 3/4GB di RAM e 32/64GB di memoria di storage, a seconda del modello scelto. Una fotocamera principale con risoluzione di 48 megapixel, e una potente batteria da 4000 mAh, completano la dotazione di spicco di Redmi Note 7. Il sistema operativo MIUI 10.2 basato su Android 9 Pie fa girare il tutto molto velocemente, con un livello di fluidità impressionante. La reattività e la velocità di apertura delle varie applicazioni stupiscono, al pari di prodotti analoghi o addirittura di fascia più elevata. Quello che più stupisce è il bilanciamento complessivo di tutta la UI. Nell’utilizzo quotidiano non penserete affatto di avere tra le mani un prodotto così economico. Non manca il Dual SIM in 4G (rinunciando in questo caso alla scheda di espansione microSD), è presente il bluetooth 5.0, la porta infrarossi, la Radio FM, e il sempre gradito jack audio da 3,5mm. Purtroppo non è presente il sempre più diffuso chip NFC, un vero peccato perché con questa tecnologia avremmo potuto considerare il dispositivo come completo sotto ogni punto di vista.

Display

Redmi Note 7 è datato di un ampio display IPS LCD da 6.3″ con risoluzione 1.080 x 2.340 pixel e rapporto di forma in 19.5:9, il tutto protetto da un Gorilla Glass di livello 5. Nella parte superiore è presente un notch a goccia che non disturba più di tanto, in cui è racchiusa la fotocamera frontale da 13 Megapixel. Si tratta di un buon pannello, con un bilanciamento dei colori discreto, ma con una scarsa luminosità sotto la luce diretta del sole. A tal proposito, non mi ha convinto troppo la modalità automatica che tende a rimanere un po’ bassa, e che costringe ad alzare il livello manualmente. Gli angoli di visuale sono abbastanza buoni, permettendoci di utilizzare il cellulare senza problemi. Il display purtroppo si sporca facilmente,  lascia molte ditate che si notano decisamente. Lo strato oleofobico del display non fa miracoli, e poteva essere implementato meglio. A livello di software sono presenti alcune opzioni che garantiscono alcune funzionalità aggiuntive, come la modalità lettura, la gestione della temperatura del colore, o il doppio tocco per l’attivazione dello schermo. E’ presente anche lo sblocco facciale dello schermo, anche se solo in 2D e quindi non proprio sicuro al 100%.

Foto e video

Il punto di forza del del Redmi Note 7 è indubbiamente la doppia fotocamera posteriore. Il primo sensore da 48 MP prodotto da Samsung, con obiettivo f/1.8 è capace di registrare video in Full HD a 60 fotogrammi al secondo (120 fps in slow-motion). Il sensore secondario da 5 MP è dedicato alla profondità di campo e utilizza un obiettivo f/2.0. La fotocamera frontale è di tipo OmniVision da 13 MP con obiettivo di apertura f/2.2.

Le foto vengono generalmente bene, grazie anche alla fotocamera che consente di scegliere tra diverse modalità di scatto. Il software è quello classico della MIUI: nella parte alta possiamo attivare varie voci tra cui flash, HDR, Intelligenza Artificiale, impostare filtri, mentre con uno swipe orizzontale si può scorrere tra le modalità di scatto disponibili.

Modalità di scatto di Redmi Note 7:

  • Breve video;
  • Video;
  • Foto;
  • Ritratto;
  • Notte;
  • Quadrato;
  • Panorama;
  • Pro.

Nell’utilizzo automatico, la fotocamera scatta a 12 MP e generalmente con condizioni di luce ideali le foto danno il meglio, i colori risultano vivi e il dettaglio finale risulta molto buono.

Durante gli scatti notturni, la qualità generale tende a calare e si può notare del rumore digitale di fondo. Fortunatamente la modalità notturna implementata da Xiaomi ci consente di ottenere scatti migliori e più adatti alla condivisione sui social. Utilizzando la modalità Pro, avremo la possibilità di sfruttare al massimo il sensore, ovvero utilizzeremo tutti i 48 MP di cui è dotato. Tuttavia, utilizzando questa modalità non si evidenziano miglioramenti evidenti, come ci si sarebbe potuto aspettare. E’ quindi più conveniente scattare foto a 12 MP piuttosto che a 48, poiché il rapporto qualità/dimensione sarà ideale, anche e sopratutto per l’utilizzo delle foto sui social network. Per concludere, segnalo che sia i selfie che i video vengono decisamente bene e completano in maniera ottimale il comparto fotografico di Redmi Note 7.  

Prestazioni

Il Redmi Note 7 è mosso dal collaudato chipset Qualcomm Snapdragon 660, octa-core fino a 2.2 Ghz, supportato da 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno espandibili fino a 256 GB. Questa configurazione hardware di tutto rispetto, accompagnata dalla MIUI 10.2 software ormai maturo e ottimizzato, riesce a far girare molto bene il device senza lag o impuntamenti vari. Nell’utilizzo quotidiano lo smartphone risulta veloce nella navigazione, nell’utilizzo della posta elettronica, e delle app in generale. Per quanto riguarda il gaming o le applicazioni più pesanti, è coadiuvato perfettamente dalla GPU Adreno 512. Titoli come Asphalt e RealRacing da noi provati si riproducono in maniera discreta e senza particolari limitazioni. L’audio multimediale è potente, anche se disponibile in modalità mono dal microfono in basso. Dal punto di visto telefonico, il Redmi Note 7 prende molto bene il segnale e non ho riscontrato anomalie durante le conversazioni. Buono nel complesso l’audio in chiamata, sia in capsula che in vivavoce.

Batteria

Redmi Note 7 può contare su di una capiente batteria da 4000 mAh che offre un’ottima autonomia operativa. La giornata la si copre senza grandi problemi, e con un uso moderato si può tranquillamente arrivare a caricare il dispositivo ogni due giorni. Lo smartphone supporta la tecnologia Qualcomm Quick Charge 4 per una ricarica rapida da 18 W, che impiegherà circa tre ore per una ricarica completa con l’alimentatore fornito in confezione.   

Prezzo

Redmi Note 7 è disponibile al momento del lancio in due versioni 4/64 GB a 199.9 € e 179.9 € per la variante 3/32 GB. Prezzi decisamente aggressivi, che nel giro di pochi mesi si abbasseranno ulteriormente con la legge dello street price, rendendo questo smartphone uno dei migliori smartphone economici sul mercato. Il Redmi Note 7 offre quanto di meglio si possa chiedere in questa fascia di mercato, al netto di qualche difetto come la qualità dello schermo sotto la luce diretta del sole, o la mancanza del chip NFC, necessario per i pagamenti Contactless

Specifiche tecniche:

  • OS: Android 9 Pie con MIUI 10.2
  • Processore: Snapdragon 660 @14nm4 x Kryo 260 @2,2 GHz4 x Kryo 260 @1,8 GHz
  • Memorie: 3 + 32 GB o 4 + 64 GB microSD fino a 256 GB
  • Display: 6,3″ IPS (19.5:9)2340×1080 pixel
  • Fotocamere Posteriore: 48 MP – f/1.8 – 1/2″ PDAF5 MP f/2.4 DepthVideo Full HD fino a 120 fps
  • Fotocamera Frontale: 13 MP f/2.2
  • Specifiche: 4G LTE Cat. 12 (600 Mbps), Wi-Fi ac 2.4-5GHz, Bluetooth 5.0, Radio FM, Dual SIM (Nano), Sensore d’impronte
  • Porte: USB Type-C
  • Batteria: 4.000 mAh con ricarica rapida 18W
  • Dimensioni: 159,2 x 75,2 x 8,1 mm
  • Peso: 186 grammi
  • Link Sito Ufficiale

RIPRODUZIONE RISERVATA ©