Come scegliere una VPN per navigare sul web

da

Il web ci regala sempre più spesso neologismi, acronimi e sigle e siamo pronti a scommettere che dopo l’irraggiungibile WWW (world wide web ndr), sigla che ha letteralmente cambiato il mondo e il suo modo di essere percepito tra non molto parleremo con la stessa consapevolezza anche di VPN. Con il termine VPN (Virtual Private Network) si identifica una rete privata che sfrutta una rete pubblica per dare modo ad alcuni dispositivi connessi di comunicare tra di loro come se fossero tutti collegati allo stesso router.

Scegliere una VPN

IL CONSIGLIO DEL GIORNO (CLICCALO)

  DISPOSITIVO (Clicca per vederlo)  

Samsung QE82Q950RBT 2,08 m (82'') 8K Ultra HD Smart TV Wi-Fi Nero

Samsung QE82Q950RBT, 2,08 m (82''), 7680 x 4320 Pixel, QLED, Smart TV, Wi-Fi, Nero

Ci si riferisce a questo tipo di rete con il termine virtuale in quanto i dispositivi non sono effettivamente collegati a un medesimo spot – come invece accade in una “classica” Lan; e inoltre – piccolo dettaglio non trascurabile – possono essere dislocati e connessi alla rete pubblica in qualunque parte del mondo. Una vetrina di tutte le potenzialità di cui possiamo disporre oggi sul web è rappresentata dalle VPN consigliate dal sito specializzato Wizcase.com. In generale, Le VPN nascono con l’obiettivo di creare un collegamento – detto tunnel VPN – che permette di proteggere i dati scambiati tra i diversi dispositivi collegati alla VPN e di garantire diversi livelli di sicurezza informatica attraverso una connessione remota.

Le più indicate VPN presenti sul mercato

L’elenco con le più prestanti VPN tiene conto di diversi fattori. Tanti indici di valutazione che contribuiscono a dare un voto e un valore di qualità a ogni singola VPN testata e sperimentata per gli utenti che vorranno che cercheranno dei consigli tra le pagine del sito.

 

Tra le qualità di qui non si può fare a meno spiccano prima di tutto le capacità di garantire la privacy, come fa ad esempio CyberGhost VPN che – situata in Romania – si trova al di fuori della rete di paesi denominata 14 Eyes, che come è facilmente intuibile presta particolare attenzione all’operato degli utenti, condividendo informazioni tra intelligence.

 

Inoltre, CyberGhost VPN non conserva alcun registro delle attività. Naturalmente la differenza nel giudizio viene data dalla quantità e dalla qualità di server che si possiedono e su cui viene fatta girare la VPN. Tra le reti virtuali più premiate al mondo c’è IPVanish che possiede 1.000 server in oltre sessanta paesi e vanta – anche in questo caso un servizio focalizzato sulla sicurezza e sui bisogni degli utenti.

Come riconoscere la VPN migliore in base alle proprie necessità

Prima di scegliere una VPN è importante domandarsi se il servizio che si sta acquistando sia effettivamente in grado di rispondere alle nostre esigenze. Le principali necessità che una VPN è in grado di soddisfare riguardano prevalentemente tre bisogni:

  • Accedere a contenuti streaming come, ad esempio, quelli presenti su piattaforme quali Netflix e Kodi (in tal senso l’obiettivo è aggirare le restrizioni geografiche).
  • Nascondere l’indirizzo IP per navigare online in forma totalmente anonima.
  • Collegarsi a reti Wi-Fi pubbliche senza lasciare alcuna traccia della propria navigazione.

Per quanto concerne l’opportunità di penetrare all’interno di servizi streaming e visionare contenuti visibili ufficialmente solo in altri paesi, le VPN migliori sono sicuramente ExpressVPN e NordVPN. La prima consente di fruire dei contenuti a velocità incredibili, garantendo uno streaming di altissima qualità. La seconda, invece, risulta eccellente per la capacità di mascherare l’indirizzo IP. Entrambe, infine, adottano una ferrea politica di no-log che assicura una navigazione anonima e assolutamente sicura.

 

Per il collegamento a reti Wi-Fi pubbliche, invece, il servizio più indicato è CyberGhost VPN. Questa VPN oltre a nascondere l’indirizzo IP è in grado di criptare tutte le connessioni, ti permette di non lasciare alcuna traccia mentre navighi online, rimuove le limitazioni imposte dalle reti pubbliche e inibisce tutti i tipi di monitoraggio da parte di enti governativi o eventuali hacker che mirano a rintracciare i tuoi dati personali. Una valida alternativa alla rete Wi-Fi pubblica è configurare un router virtuale su Windows attraverso una VPN.

Scegliere una VPN

Il servizio migliore è quello offerto da NordVPN che ti consente di collegare fino a 6 dispositivi contemporaneamente ed è dotato di più di 4600 server.

Perché diffidare dalle VPN gratuite

Non mancano ovviamente nemmeno le criticità. La sicurezza – lo avrete capito – rappresenta il nodo principale.

Collegandoci a una VPN, di fatto, facciamo transitare per i suoi server i nostri dati. Basta questo motivo per suggerire e auspicare l’utilizzo di servizio seri, di fama e – per ovvi motivi – a pagamento.  Ovviamente esistono molte VPN gratuite, ma siete messi in guardia e affrontatele – se proprio dovete – con tutte le precauzioni del caso.

L’altro grande macro tema è rappresentato dalla performance di navigazione. Dovendo passare per un’altra connessione, le performance della navigazione si abbassano. Anche in questo caso la raccomandazione è di affidarsi a dei professionisti che – nella maggior parte dei casi – sono in grado di contenere il calo delle prestazioni. Ci auguriamo di averti fornito gli strumenti necessari per selezionare la VPN che più fa per te.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©