Produttori di smartphone e sistemi operativi, è guerra

da

Ci siamo, a distanza di sei anni dal rilascio del primo innovativo iPhone, tutte le multinazionali elettroniche, anche le più scettiche e ritardatarie, hanno compreso che il settore della telefonia e degli Smartphone è strategico ed occorre inserirlo necessariamente nei propri piani aziendali.

iPhone 5s, ultimo nato in casa Apple.

iPhone 5s, ultimo nato in casa Apple.

Consiglio del giornoAl miglior prezzo Online

Samsung Galaxy S10+ 128GB (Lo Smartphone del momento)

Nel frattempo, grazie al rilascio e perfezionamento del sistema operativo Android, società come Samsung, LG e Sony hanno saputo tenere il passo di Apple, creando, chi più e chi meno, dispositivi all’avanguardia, dotati del sistema operativo di Google.

La differenza principale tra Apple e gli altri è sempre stata palese, Apple crea sia l’hardware (iPhone) che il software (iOS), mentre i concorrenti si limitano a creare l’hardware installando su di esso un sistema operativo di terze parti. In sostanza Apple ha da sempre potuto vantare il binomio di produttore totale (Hardware/Software), come nessun’altro. Ma qualcosa è cambiato..

SITUAZIONE – Di fatto, la nascita di iPhone prima e lo sviluppo di Android poi, hanno favorito l’involuzione e la crisi dei sistemi quali Symbian e Blackberry decretandone il fallimento. Nokia, da sempre famosa per i suoi Smartphone con sistema operativo Symbian è caduta in una profonda crisi di vendite e negli ultimi periodi ha dovuto ripiegare su Microsoft, implementando sulla linea Lumia le nuove versioni di Windows Phone 8 con lo scopo di riemergere dalla crisi.

MICROSOFT E NOKIA – Nel 2013, Microsoft, che non si è attivata da subito nel settore (l’attesa è da sempre nel suo stile), ha acquisito la divisione cellulare di Nokia con lo scopo di buttarsi a capofitto nel mercato della telefonia mobile, creando, come Apple, il binomio di produzione Hardware/Software.  L’accordo commerciale tra Microsoft e Nokia prevede acquisizione dei brevetti di Nokia e della linea Lumia. Passo decisamente importante per l’azienda di Redmond che, seppur con colpevole ritardo, ha fiutato l’occasione per alloggiare e diffondere il suo sistema operativo in versione mobile a bordo di dispositivi di sua proprietà.

Stretta di mano ai vertici di Microsoft e Nokia, l'alleanza è una realtà.

Stretta di mano ai vertici di Microsoft e Nokia, l’alleanza è una realtà.

Con l’operazione Nokia di Microsoft, le alternative su piazza diventano quindi tre, iPhone (oSX), Android (multibrand) e Windows (Nokia e multibrand), agli altri, non restano che le briciole.

GOOGLE E MOTOROLA – Attenzione, perché nel frattempo, la divisione Motorola Mobile, impegnata a realizzare dispositivi con cuore Android, è stata acquistata da Google, ed assieme hanno già iniziato la distribuzione di Smartphone. Anche in questo caso, come per Microsoft, binomio Hardware/Software instaurato da Google.

La presentazione del primo Motorola marchiato Google: "Moto X"

La presentazione del primo Motorola marchiato Google: “Moto X”

COSA CAMBIA – Lo scenario ci mostra quindi tre aziende a livello mondiale (Apple, Google/Motorola e Microsoft/Nokia) che producono sia hardware che software. Naturalmente ciascuna delle tre aziende ha sistemi operativi differenti (iOS, Android e Windows). Inutile dire che il vantaggio di essere produttori totali è importantissimo, poiché, come insegna Apple, produrre un software per i propri dispositivi è decisamente più semplice ed appagante e la qualità ed i risultati finali saranno maggiori.

LE ALTRE – Resta da capire come si muoveranno società come Samsung, Lg, Sony, Htc, da sempre concentrate nella sola produzione dell’hardware ed ormai private dell’esclusività di utilizzo di Android e Windows. Non ci stupiremmo se una tra queste possa acquistare una tra Symbian e Blackbarry o intraprendere una nuova avventura nella realizzazione in proprio di un nuovo sistema operativo, con tutte le difficoltà e ritardi del caso.

Questa guerra è solo all’inizio, non sappiamo quando e se finirà, aspettiamoci di tutto, da tutti e su ogni fronte.

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©