Bollette astronomiche, questo elettrodomestico ti fa spendere tantissimo: se controlli i consumi non lo utilizzi più

C’è un elettrodomestico in molte case che consuma molto più degli altri e se utilizzato male le bollette possono diventare astronomiche

Secondo la relazione annuale Situazione energetica nazionale, nel 2021 in Italia il consumo di energia elettrica è stato di 114.781 migliaia di tonnellate equivalenti di petrolio per un aumento dell’11,4%.

lavatrice-bucato-asciugatrice
Lavatrice e asciugatrice in lavanderia. Foto da Pexels

Anche la richiesta di energia elettrica è in aumento del 5,5% rispetto all’anno precedente per un totale di 317,6TWh. Bisogna sapere che l’86,5% dell’energia che consumiamo è prodotta in Italia e il restante 13,5 viene importata dall’estero.

In molti in questo periodo di aumenti di costi dell’energia, generalizzati in tutta Europa, si sono chiesti il motivo visto che produciamo buona parte dell’energia che consumiamo. Ebbene la risposta è semplice, a far salire i costi sono gli aumenti delle materie prime, oltre una buona parte di speculazioni dei mercati.

Lo stesso Governo Draghi era stato costretto ad intervenire sull’argomento con un provvedimento che fissava un tetto massimo ai costi dei consumi. Non tutti i gestori si sono adeguati e di conseguenza sono stati obbligati a restituire il maltolto su pressioni delle associazioni dei consumatori.

Quale elettrodomestico consuma di più

Per risparmiare sui costi delle bollette, però, è necessario prestare maggiore attenzione ai consumi ed un buon consiglio in questo senso può essere quello di imparare ad utilizzare correttamente gli elettrodomestici che abbiamo in casa.Oppure si possono adottare piccoli accorgimenti come scegliere gli elettrodomestici che hanno una classe energetica più elevata e quindi un consumo minore.

bucato-asciugatura-consumi
Bucato asciugato al sole. Foto da Pexels

Uno degli elettrodomestici che consuma di più è sicuramente l’asciugatrice, il cui utilizzo si sta diffondendo ultimamente in Italia, soprattutto, nei posti più freddi dove non c’è la possibilità di fare asciugare i panni all’esterno o in quelle abitazioni dove non c’è abbastanza spazio dove posizionare gli stenditoi. In casi come questi l’asciugatrice è indispensabile, ma ha anche altri vantaggi come quello di farci risparmiare molto tempo e di avere più velocemente a disposizione il nostro bucato asciutto.

Nell’utilizzo dell’asciugatrice si può comunque risparmiare adottando alcuni semplici accorgimenti. Come detto in precedenza, già in fase di acquisto si può fare attenzione alla classe energetica, esistono dei modelli di asciugatrice che indicano la classe A+++ meno 10% che garantiscono un consumo ridotto calcolato su 160 cicli annuali in modalità economy. Alcune asciugatrici sono dotate di un sistema che rileva l’umidità all’interno e regola di conseguenza la potenza e la durata con notevoli benefici sulle bollette. Anche la posizione può farci risparmiare qualche euro, è sempre meglio preferire una stanza asciutta o poco umida. .