Whatsapp, dopo anni eccolo qua: il grande regalo | Niente sarà più come lo conoscevi

Nel corso degli ultimi anni, grazie soprattutto anche all’avvento degli smartphone, le app di messaggistica istantanea hanno preso sempre più piede all’interno del vastissimo panorama delle applicazioni disponibili sui rispettivi store principali, ovvero Google Play Store e App Store.

Tra le principali app di messaggistica troviamo in particolare WhatsApp, adottata ormai da milioni e milioni (se non miliardi) di utenti in tutto il mondo per scambiare messaggi, foto e video tra utenti. C’è poi anche Telegram, che si è fatta strada anno dopo anno raccogliendo sempre più utenti grazie al suo sistema di crittografia avanzata, che rende molto sicure le sue chat.

whatsapp 1 whatsapp

WhatsApp è sempre soggetta a continui cambiamenti, come ad esempio l’introduzione del limite dei 1024 utenti per i gruppi, così come altre funzionalità recentemente introdotte a vantaggio dell’utente. Un uso forse ironico, ma che può tornare effettivamente utile di WhatsApp è il suo utilizzo come blocco note virtuale, in modo tale da inviare a sé stessi materiale audiovisivo o dei file, magari da un dispositivo all’altro, come nel caso di uno smartphone e un notebook.

Chiaramente non si tratta in questo caso di una funzione ufficiale, ma diverse persone lo utilizzano in questo modo, magari per salvare la lista della spesa o altro ancora. Secondo alcuni, questa potrebbe diventare addirittura una funzione ufficiale dell’app, riconosciuta da Meta.

Molti utilizzano infatti la creazione di un gruppo, condiviso unicamente con un sé stessi, risultando così composto da un solo membro. Basterà in questo caso creare un gruppo composto da due partecipanti (noi e un’altra persona), per poi rimuovere in un secondo momento l’altra persona e rimanere così da soli al suo interno.

La decisione di Meta

La compagnia avrebbe  quindi deciso, stando alle ultime voci di corridoio, di introdurre in maniera completamente ufficiale questa funzione: ad esserne completamente convinto è il celebre portale WABetaInfo, che avrebbe trovato una stringa di codice inerente proprio a questa nuova presunta funzione, nella beta per Android versione 2.22.24.2.

Nel momento in cui vogliamo condividere un contenuto su WhatsApp con qualcuno, usando questa beta comparirebbe un contatto aggiuntivo, “Me (Tu)”: ciò significa che sarà possibile mandare un messaggio, una foto o un video al nostro stesso contatto WhatsApp, senza dover necessariamente essere obbligati a creare un gruppo di due o più persone.

whatsapp 2 maidirenews

Non ci resta a questo punto che attendere futuri aggiornamenti da parte della compagnia Meta in merito a WhatsApp e altre funzionalità, che sicuramente arriveranno nel corso dei prossimi mesi sui rispettivi sistemi operativi principali, Android e iOS.