Frigorifero, questa funzione non la conosce nessuno: dimezza la bolletta con questo tasto

Il tuo frigorifero consuma molta corrente e non sai come risparmiare? Esiste un pulsante segreto che ti aiuta ad abbattere i costi delle tue bollette.

In questo ultimo periodo le famiglie italiane sono sempre più attenti ai propri consumi in casa, a causa per la crisi energetica e del rincaro dei prezzi. Riuscire a risparmiare è diventato fondamentale per pagare le bollette a fine mese.

Donna apre frigo e si mette la mano fra capelli. Immagine bolletta e banconote.

Però, non è un compito facile riuscire a risparmiare. In casa abbiamo diversi elettrodomestici e dispositivi che conosciamo davvero poco sui loro reali consumi, conoscere a fondo le loro caratteristiche ci permette di ottimizzare le prestazioni e i consumi.

Tra questi vi è il frigorifero, indispensabile per avere le nostre bevande e cibi preferiti al fresco. Ci sono ancora delle persone che non conoscono tutte quante le funzioni di questo fantastico elettrodomestico. Infatti, esite un pulsante segreto che ci consente di poter risparmiare sulle bollette, scopriamo insieme dove si trova.

La giusta temperatura

Il frigorifero è tra gli elettrodomestici più usati in casa, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Progettato per preservare ogni tipo di alimento, dai latticini al pesce, è importante che rimanga in continua funzione. Questo però porta a consumare tanta corrente e influire pesantemente sul prezzo finale della bolletta, ma c’è un aspetto che pochi tengono conto.

Il vero problema nasce nel momento in cui non si imposta la temperatura corretta, che deve essere regolata a seconda della stagione e della necessità. Gli esperti consigliano di impostare delle temperature da +4°C ad un massimo di +6°C.

Non bisogna sottovalutare il gesto di regolare correttamente la temperatura, perché i gradi dentro il frigorifero potrebbero compromettere tutti gli alimenti in un attimo. I fattori da tenere a mente sono:

  • Una temperatura corretta garantisce il funzionamento dell’elettrodomestico nel tempo. I cibi sono ben conservati e non ci saranno formazioni di muffe o malfunzionamenti.
  • Se la temperatura è bassa, dentro il frigo si può formare il ghiaccio e gli alimenti possono congelarsi. Al contrario, se la temperatura è alta i cibi possono sviluppare dei batteri altamente dannosi.

In estate le temperature sono alte e il frigo non riesce a raffreddarsi bene in autonomia. Per questo motivo non devono essere mai posizionati vicino a fonti di calore e la temperatura dovrà essere abbassata di un grado. In inverno vale la regola al contrario, aumentando la temperatura di un grado per non congelare tutti gli alimenti (e buttarli via).

Il pulsante segreto

Mano di una donna apre il frigo

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, esiste un pulsante segreto che ci consente di risparmiare sui consumi del frigo e, di conseguenza, sul prezzo delle bollette. Ovviamente, i modelli di frigoriferi sono diversi e le temperature possono essere regolate a mano oppure con un tastino digitale.

Nel primo caso è una manopola all’interno del frigo che mostra una serie di numeri da 1 a 6/7, dalla meno fredda fino alla più fredda a salire. Si regola il tutto muovendo la manopola senza mai andare all’estremo.

Nei frigoriferi di ultima generazione, tutto viene gestito da un display e dei tasti per regolare. I sensori interni faranno in modo che la temperatura si a costante. Tutto questo fa risparmiare tantissimi soldi e deve essere regolato a seconda della necessità del momento.

Se viene lasciata sempre la stessa temperatura, il costo dell’energia elettrica sulla bolletta sarà triplicata perché il frigo spingerà e consumerà per adattarsi ai gradi che ci sono all’esterno, sforzandosi e rischiando di danneggiarsi.