Digitale terrestre, un altro cambio: in tantissimi dovranno cambiare televisione

Nel corso degli ultimi 10 anni, il mondo delle TV si è prepotentemente trasformato, grazie soprattutto all’introduzione dei canali ad alta definizione sul digitale terrestre (anche alla risoluzione 4K, per alcuni determinati canali).

Oltre a questo si aggiunge l’avvento delle smart tv, le quali collegandosi ad una sorgente wi-fi consentono di fruire di contenuti audiovisivi in streaming, come ad esempio Netflix, Disney+, Amazon Prime Video, Paramount+ e via dicendo.

tv 1 consumatoriit

Sono però presto in arrivo dei cambiamenti, che andranno a riguardare migliaia e migliaia di persone all’interno della popolazione italiana. Tutti i canali stanno passando definitivamente al digitale terrestre: lo switch-off è iniziato nella fattispecie a livello della Toscana, e rappresenta un punto di non ritorno per il futuro delle trasmissioni televisive.

A prendere parola a tal proposito è stata la stessa Mediaset, la quale ha annunciato che a partire dal 21 dicembre 2022 tutte le trasmissioni sul digitale terrestre dei canali in MPEG-2 verranno interrotte, a favore invece dei network visibili in alta definizione con codec MPEG-4.

Questo passaggio, definitivo ed essenziale, porterà conseguentemente con sé un notevole aumento a livello qualitativo, sul panorama generale del digitale terrestre. I canali in alta definizione saranno 13, e oltre a quelli già disponibili (ovvero Italia 1, Rete 4, 20 Twenty e così via) si andranno poi ad aggiungere in un secondo momento Iris, 27 TwentySeven, La 5, Cine 34, Focus, Italia 2, TGCom 24, Mediaset Extra e infine Top Crime.

Adeguarsi ai tempi

Verificare che il nostro decoder (o alternativamente la nostra televisione) sia compatibile con la ricezione dei canali del nuovo digitale terrestre in alta definizione è piuttosto semplice e intuitivo: è sufficiente infatti andare avanti dal canale 100 in poi, per verificare l’adeguata copertura.

Ricordiamo, inoltre, che da pochi giorni è attivo e disponibile il nuovo canale Warner TV, che offre al consumatore una selezione accurata e precisa di serie tv e film usciti nel corso degli ultimi anni. Oltre a questo, vi annunciamo che, a partire dal prossimo 20 novembre, la RAI ha ufficialmente annunciato che ospiterà i Mondiali di Qatar 2022 alla risoluzione 4K: sarà necessario in questo caso possedere (ovviamente) una TV compatibile con questa risoluzione, oltre che un digitale terrestre adeguato, con la televisione connessa a internet in modo tale da garantire un buon flusso dati.

tv 2 rai

Non ci rimane dunque che attendere nuovi aggiornamenti da parte dei vari canali che adotteranno il formato standard in alta definizione, che siamo certi non tarderanno a venire nel corso delle prossime settimane o mesi.