Pagamenti elettronici, addio bonifici: niente sarà più come prima

Al giorno d’oggi, i pagamenti elettronici sono diventati ormai parte integrante dell’economia, e vengono utilizzati da milioni e milioni di utenti sparsi in tutto il mondo.

Avvalendosi di carte di credito (o eventualmente di debito), è infatti molto semplice e immediato effettuare un pagamento elettronico, a differenza dei contanti che risultano essere più scomodi.

bonifico 1 ciromuto

Nelle ultime ore, però, sono arrivate alcuni nuovi aggiornamenti in merito da parte dell’Unione Europea. L’intenzione dell’Europa, infatti, è quella di andare a modificare ancora una volta la normativa che regola nei più minimi dettagli i movimenti di denaro, nonché i pagamenti online (per qualsiasi sito e-commerce o per transizioni tra utenti, come avviene su eBay).

La volontà della Commissione Europea è quella di spingere verso la diffusione dei bonifici istantanei, che non richiedono tempi lavorativi per l’esecuzione a differenza di quelli tradizionali che conosciamo ormai da sempre.

A detta della stessa Commissione, infatti, ogni cittadino europeo dovrebbe avere la possibilità di trasferire denaro in qualsiasi momento, anche nei giorni festivi, senza che ci siano problemi. È infatti cosa comune il problema dei bonifici che vengono “congelati” durante il weekend, per essere poi contabilizzati solo il giorno successivo, di lunedì.  La Commissione ha quindi realizzato una proposta legislativa col fine ultimo di andare a favorire l’utilizzo dei bonifici istantanei, rispetto a quelli classici.

Differenze tra bonifici

Per chi di voi non ne fosse eventualmente a conoscenza, i bonifici istantanei presentano un funzionamento totalmente diverso da quelli tradizionali. Prima di tutto la differenza, come accennato prima, risiede nei tempi di elaborazione: per un bonifico tradizionale sono infatti necessari dai due ai tre giorni lavorativi per essere contabilizzato, mentre nel caso dei bonifici istantanei la transazione sarà praticamente immediata nell’esatto momento in cui premiamo. Quella dei bonifici tradizionali è infatti ad oggi una problematica molto comune, dal momento che nel fine settimana, circa 200 miliardi di euro restano bloccati, senza poter essere effettivamente fruiti da parte dell’utente finale, e di conseguenza sono definiti “flottante di pagamento”.

Il bonifico istantaneo, a differenza sua, richiede giusto una decina di secondi, grazie a tutti i sistemi di home banking che ormai quasi tutte le banche garantiscono al giorno d’oggi, anche direttamente dal proprio telefono.

bonifico 2 italiantimes

Non ci resta a questo punto che conoscere le nuove direttive che arriveranno nel corso delle prossime settimane o mesi da parte dell’Unione Europea, confidando in un ammodernamento di tutta quanta la struttura economica, ai vantaggi dell’utente finale.