Gas, svolta inattesa per gli italiani: da ora in poi sarà gratis per tutti

È un periodo senz’ombra di dubbio difficile per gli italiani, a causa delle bollette dell’energia che aumentano sempre di più, e la cui situazione peggiorerà sensibilmente nel corso dei prossimi mesi autunnali e invernali, con il rincaro dell’energia dovuto ai recenti conflitti in Ucraina che sta prendendo sempre più piede. 

Il governo italiano ha fortunatamente messo in atto alcuni provvedimenti, emanando alcuni decreti volti ad aiutare le famiglie italiane, le imprese e gli enti pubblici come i patronati fiscali e il CAF.

gas 1 wired

Nonostante questo, aumentano purtroppo sempre di più le famiglie che rischiano di andare incontro alla soglia di povertà, dal momento che non riescono più a sostenere i pagamenti di bollette dell’energia elettrica e del gas così alte e salate. Quest’oggi quindi vi diamo una serie di consigli utili per consumare meno energia, e di riflesso risparmiare sulle bollette mensili dell’energia elettrica e del gas.

La svolta epocale, nella fattispecie, è avvenuta in Basilicata. All’interno di questa regione, infatti, a partire dai prossimi mesi non si pagherà più il gas a quanto pare. Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Basilicata, tale Vito Bardi, il quale avrebbe firmato un provvedimento volto ai residenti della regione per non pagare il gas all’interno delle bollette che arriveranno nel corso dei prossimi mesi. Questa rappresenta a tutti gli effetti una risposta a quello che è un vero e proprio rialzo clamoroso dei costi del gas, così come l’energia in generale.

La legge in questione è infatti stata approvata qualche settimana fa da parte del Consiglio della Basilicata, il quale prevede l’erogazione gratuita del gas, dietro un rimborso da parte della compagnia fornitrice rivolto ai consumatori.

I dettagli del rimborso

Il rimborso in questione quindi andrà a comprendere unicamente il consumo di gas, escludendo l’utenza dell’energia elettrica. Per quanto riguarda i costi accessori (come ad esempio quelli riguardanti la gestione del contatore, gli oneri del sistema, il trasporto), essi rimarranno invece a carico dell’utente finale. Questo provvedimento consentirà comunque di avere un risparmio pari al 50%, in base a quanto recentemente stimato dalla Regione Basilicata.

Resterà a questo punto da vedere se la regione riuscirà a sostenere interamente il costo delle utente del gas, apportando rimborso a tutti nuclei famigliari che ne fanno uso. Bisogna considerare infatti che la regione Basilicata, da sola, ha una popolazione pari a circa 562’000 persone, con un consumo complessivo delle famiglie pari a circa 160 milioni di metri cubi di gas annuali.

gas 2 corriere

Non ci resta dunque che attendere le prossime settimane per avere ulteriori aggiornamenti a riguardo, che siamo certi non tarderanno a venire da parte della regione Basilicata.