DAZN, nuovo scossone in vista per gli abbonati: sbrigatevi prima che sia troppo tardi

Cambiano le regole per il recesso all’abbonamento Dazn a partire dal 30 ottobre 2022. le nuove modalità prevedono un preavviso di 30 giorni e il pagamento di una pro-rata per i giorni in eccesso.

Oramai per vedere le partite di calcio tra serie A e coppe serve fare innumerevoli abbonamenti che pesano non poco sul proprio budget mensile. È una vera è propria giungla di piattaforme, abbonamenti e applicazioni.

logo dazn

Eppure, sembra ieri quando per vedere una partita di calcio si doveva andare per forza allo stadio o si doveva accendere la radio. Dopo aver introdotto il piano Plus per consentire la visione contemporanea con dispositivi collegati a reti diverse, DAZN ha fatto un’altra sorpresa agli utenti.

A partire dal 30 ottobre 2022, il recesso dall’abbonamento non sarà più immediato, ma diventerà effettivo 30 giorni dopo la richiesta. Ciò significa che verrà addebitato il pagamento fino alla scadenza del termine.

DAZN, attenzione al recesso!

Dopo varie iniziative per cercare di tamponare l’esodo dalla piattaforma e non perdere 2 mesi di milioni di abbonamenti, con offerte sconto per pacchetti di 4 o 6 mesi, con in mezzo i 2 senza Calcio giocato. Dopo anni di permanenza nel nostro mercato, DAZN ha pensato di modificare le sue Condizioni di Recesso dall’abbonamento, proprio alla vigilia dei Campionati del Mondo.

Il tanto decantato “disdici quando vuoi” resta ma si affianca con un bel 30 giorni di preavviso. In sostanza, è sempre possibile disdire DAZN in qualsiasi momento, ma la disdetta avrà effetto 30 giorni dopo la richiesta e i giorni in eccesso che vanno dal periodo pagato alla scadenza dei 30 giorni si pagano.

Anche se non c’è nulla che vi interessa sulla piattaforma e se non vi effettuerete l’accesso. I soldi saranno automaticamente prelevati da DAZN sul conto indicato per i pagamenti del canone mensile. Per fare un esempio pratico, se pagate il vostro mese il giorno 15 e date disdetta il giorno 10, la stessa sarà effettiva non più subito, come sempre accaduto, ma il 10 del mese successivo.

In questa maniera, pagherete una pro-rata per i 25 giorni in eccesso, con il vostro abbonamento che cesserà effettivamente dal 30° giorno successivo la disdetta. Con il Campionato di Serie A TIM iniziato quest’anno il 13 agosto, la maggioranza degli utenti ha iniziato a sottoscrivere l’abbonamento a DAZN almeno un giorno prima, 12 agosto. La prima parte di stagione terminerà il giorno 13 novembre 2022, per riprendere, appunto, solamente all’inizio del 2023 (dopo Mondiali e feste di fine anno).

Gli ultimi aggiornamenti

Per non pagare un mese inutilmente, molti utenti hanno pensato di disdire l’abbonamento e riattivarlo in modo che scadesse almeno il 14 novembre. Tanto era lecito farlo e DAZN lo consentiva regolarmente. Il cambio delle Condizioni di Recesso da parte della società che ha i diritti di trasmissione live del nostro amato Calcio di Serie A. Così facendo, con certamente la maggior parte degli utenti ignara delle nuove modalità, almeno un mese DAZN lo recupera tranquillamente.

In fondo, ha anche rimborsato (a metà, naturalmente) chi ha pagato senza poter vedere nulla, ricordate proprio all’antivigilia di Ferragosto? Volete che perdano altri soldi per il loro efficientissimo servizio streaming?

Le condizioni sono state aggiornate a settembre 2022, con iniziale data di entrata in vigore fissata per il 30 ottobre. In questa maniera gli utenti avrebbero fatto in tempo ad effettuare le dovute operazioni per poter godere dei contenuti DAZN, ma senza spendere soldi ulteriori per il periodo successivo.

Adesso, la data del 30 ottobre non figura più nella documentazione ufficiale di DAZN. Si fa riferimento solamente ad ottobre 2022 come mese di entrata in vigore delle nuove condizioni. Sia in Carta dei servizi DAZN che in Condizioni contrattuali di utilizzo 2022, sul sito DAZN, non c’è più traccia del 30 ottobre, ma si parla solamente di entrata in vigore da ottobre 2022.

Nel dettaglio, il nuovo testo estratto dai documenti ufficiali DAZN (Carta dei servizi DAZN e Condizioni contrattuali di utilizzo 2022):

“Il recesso dall’abbonamento al Servizio DAZN potrà essere esercitato in qualsiasi momento antecedente ciascuna scadenza mensile dell’abbonamento. Il recesso si perfezionerà al trentesimo giorno successivo dalla data della richiesta fermo restando che l’accesso al Servizio DAZN rimarrà consentito fino al predetto termine, fatto salvo quanto diversamente previsto per le carte o codici prepagati. Alla data di richiesta di recesso verrà addebitato l’importo del canone di abbonamento per il periodo fino alla scadenza del predetto termine (trentesimo giorno) da cui verranno decurtati i giorni già corrisposti con il precedente addebito.”