Riscaldamenti in casa, finalmente la tecnologia che demolisce la bolletta: addio dramma dei pagamenti

Stiamo andando incontro a un periodo davvero difficile, con mesi autunnali e invernali che ci vedranno affrontare delle bollette dell’energia (sia elettrica che gas) molto salate.

Nonostante gli aiuti da parte del governo con l’emendamento di alcuni decreti a favore delle famiglie più bisognose, sempre più famiglie rischiano di andare incontro alla soglia di povertà, dal momento che le bollette sono quasi raddoppiate rispetto allo scorso anno.

stufa 1 eprice

Ecco quindi che vi diamo alcuni suggerimenti, e accorgimenti utili per risparmiare sulle bollette. Oltre all’utilizzo degli elettrodomestici, il riscaldamento rappresenta senz’ombra di dubbio la fetta più grande per quanto riguarda i consumi autunnali e invernali dell’energia elettrica.

In molti utilizzano come alternative le termostufe a pellet, così come il condizionatore a pompa di calore. C’è però un’alternativa a tutto questo: stiamo parlando della stufa elettrica. Uno dei vantaggi che più caratterizza la stufa elettrica, consiste nel fatto che è in grado di riscaldare l’ambiente in tempi praticamente immediati. Oltre a questo, la stufa elettrica è davvero molto economica, a differenza di molti altri sistemi di riscaldamento che necessitano di un investimento ben più cospicuo e non indifferente per molte tasche.

Bisogna però prestare attenzione alla scelta della stufa elettrica, dal momento che altrimenti si potrebbe rischiare di pagare delle bollette dell’energia elettrica davvero salate. Passiamo quindi in rassegna alcune delle stufe elettriche attualmente in commercio che meritano maggiormente l’acquisto.

Consiglii utili

La categoria senz’altro favorita è quella delle stufe elettriche alogene. Rispetto alla controparte tradizionale, infatti, le stufe elettriche presentano dei consumi ridotti, riuscendo a consumare perfino di meno delle stufe a infrarossi o al quarzo. Nel caso in cui vogliate acquistare delle stufe elettriche per la stanza dei vostri figli piccoli, di certo sono da evitare le stufe elettriche a bobina, e sarà invece preferibile un riscaldatore a olio.

Uno dei consigli principali, facendo uso di una stufa elettrica, è quello di scegliere un modello che abbia a disposizione un termostato, in modo da programmare le ore di riscaldamento attraverso il timer presente di fianco allo schermo. Così facendo, una volta raggiunta una determinata temperatura la stufa elettrica cesserà temporaneamente di consumare, portando a un risparmio considerevole a lungo termine e a minori sprechi energetici.

stufa 2 eprice

Anche la scelta dell’ambiente in cui posizionare la stufa elettrica è fondamentale: evitare in questo caso luoghi umidi come il bagno o la cucina, prediligendo invece locali più contenuti, con la possibilità di installarla su un piano ben isolato dal resto.