Termosifoni, li devi mettere in questa posizione: il risparmio così è assicurato

Le prossime stagioni autunnali e invernali saranno veramente difficoltose da un punto di vista economico, a causa del rincaro dell’energia (elettrica e del gas) che ormai sta lievitando sempre più e aumenterà ulteriormente nel corso dei prossimi mesi. 

Il governo ha preso già qualche provvedimento in merito, emanando nella fattispecie decreti che si rivolgono ai nuclei famigliari, agli enti pubblici e alle imprese, ma ciò nonostante sempre più famiglie italiane rischiano di andare incontro alla soglia di povertà, dal momento che il costo delle bollette aumenta vertiginosamente di mese in mese, e non accenna per nulla a fermarsi.

calorifero 1 gerente

Quest’oggi in particolare vi forniamo alcuni consigli e suggerimenti per utilizzare in maniera corretta i termosifoni, riuscendo così a consumare meno energia e risparmiando, conseguentemente, sulle prossime bollette mensili da pagare.

Partiamo innanzitutto dalla loro posizione all’interno dell’ambiente domestico, che sembra una questione apparentemente banale ma che in realtà, a conti fatti, non lo è per niente. Prima di tutto, i radiatori devono sempre necessariamente essere installati con uno spazio minimo di 3 o 4 cm dalla parete su cui sono affacciati, e a una distanza di almeno 10 (o eventualmente 15) centimetri di altezza dal pavimento.

Categoricamente vietato in questo caso posizionarli nella parte posteriore di mobili molto grandi, dal momento che così facendo si andrebbe ad ostacolare il flusso d’aria calda all’interno dell’ambiente domestico, compromettendone così la sua funzione e il suo utilizzo.

Altri consigli utili

Nel caso invece in cui fossimo proprio costretti a posizionarlo dietro mobili voluminosi, assicuratevi di utilizzare un termosifone a convezione, dal momento che è in grado di andare a trasmettere il calore verso l’alto, al contrario di un termosifone classico che irradierebbe il calore di fronte al mobile stesso.

Sono tassativamente da evitare in questo caso i copricaloriferi, o comunque qualsiasi tipo di copertura. Così facendo, infatti, il calore viene isolato e intrappolato all’interno di queste coperture di superficie, rendendo più difficoltoso e vano il riscaldamento dell’ambiente domestico in generale. Per quanto riguarda il riscaldamento, un altro fattore importante da considerare è l’isolamento. Più infatti una casa sarà isolata, più il calore verrà mantenuto integro all’interno dell’ambiente domestico, evitando sprechi inutili di energia. Consigliata quindi l’installazione di vetri doppi (in modo tale da isolare il più possibile), ancor meglio se tripli.

calorifero 2 ecodibergamo

Nel caso in cui i caloriferi vengano installati nella parte di muro esterna, bisogna isolare i termosifoni con l’ausilio di pannelli termo-riflettenti, che grazie al rivestimento in alluminio consentiranno un isolamento termico efficace e proficuo.