Contatore luce, mettilo in questo modo: finalmente non avrai più paura della bolletta

Sappiamo benissimo tutti quanti come il periodo autunnale e invernale che ci troviamo di fronte, sarà particolarmente ostico per il rincaro delle bollette dell’energia, sia per la luce che per il gas. 

Oggi vi forniamo un piccolo e semplice accorgimento da attuare sui vostri contatori, in modo tale da poter risparmiare sensibilmente sulle bollette dell’energia.

contatore 1 informazioneoggi

Già a livello di Unione Europea, infatti, si sta valutando una legge per abbassare la potenza erogata dai contatori elettrici a livello delle utenze di casa, in modo tale da cercare di limitare nel maggior modo possibile i consumi di ogni famiglia. Con l’uso di nuovi contatori che verranno installati all’interno di numerose abitazioni, sarà imposta ai gestori dell’energia la diminuzione della potenza dei contatori, così da indurre gli utenti a non usare troppi elettrodomestici in contemporanea, pena il black-out. Maggiori infatti sono gli elettrodomestici utilizzati nello stesso identico momento, più alto sarà conseguente l’assorbimento di energia da parte di quella determinata utenza domestica. Con questa nuova legge ipotetica, quindi, si costringerà ad utilizzare solo alcuni elettrodomestici in contemporanea, limitando i consumi.

Questo provvedimento però si può attuare anche in piena autonomia, così da far abbassare considerevolmente i costi delle bollette che andremo a pagare nei prossimi mesi. Grazie a un provvedimento che l’Unione Europea ha emanato nel 2017 (e con scadenza ultima fissata al prossimo 2023), è possibile effettuare delle variazioni (anche piccole) in base ai nostri consumi reali, potendo così risparmiare.

Al momento non conosciamo con precisione quanto effettivamente si andrebbe a ridurre in termini di potenza sui contatori. È però possibile fare delle semplici previsioni: nell’ipotesi infatti in cui arrivassimo a una riduzione di 0.5 kW, si arriverebbe nella stragrande maggioranza dei casi ad avere tra i 2.5 kW e i 2.7 kW di potenza. Questo porterebbe ad alcune problematiche, dal momento che un forno elettrico può arrivare da solo a consumare anche 3 kW di potenza, un asciugacapelli si aggira attorno ai 2.2 kW e un microonde impiega circa 900 W di potenza.

I dettagli della nostra fornitura

Risalire alla propria fascia d’appartenenza è molto semplice, basta leggere il proprio contratto di fornitura energetica. Al suo interno infatti il contratto riportata la potenza impegnata, che solitamente suddivide in base alle proprie esigenze energetiche in 3 kW, 4.5 kW e 6 kW.

L’utente ha infatti la possibilità, nel momento della stipulazione del contratto, di scegliere l’erogazione di potenza a lui più congeniale. Di conseguenza state attenti a settare in modo corretto questo parametro.

contatore 2 comparasemplice

Non ci rimane dunque che attendere le prossime scelte e decisioni in termini di legge provenienti dall’Unione Europea, che siamo certi non tarderanno a venire nel corso delle prossime settimane o mesi.