Bancomat, non prelevare mai questo giorno della settimana: ti trufferanno

Come ormai ben sappiamo da tempo, gli ATM e i bancomat (purtroppo) si prestano molto a truffe da parte di malintenzionati, che riescono a clonare le nostre carte di credito che vi inseriamo all’interno mediante l’utilizzo di uno skimmer apposito, che ne permette la lettura nascosta.

Il prelievo è un’azione che compiamo quotidianamente nel corso della giornata, ma bisogna sempre stare attenti dagli eventuali pericoli e rischi di truffe che esso nasconde.

bancomat 1 ecodibergamo

Secondo alcuni recenti studi e statistiche, ci sono determinati giorni della settimana in cui prelevare può diventare più rischioso rispetto ad altri giorni più tranquilli. In particolare, uno dei giorni più pericolosi e soggetti a rischio di truffa è il venerdì, dal momento che un cliente, nell’eventualità che venga truffato con la clonazione della carta, non si può rivolgere all’assistenza presso la propria banca fino al lunedì mattina della settimana successiva.

A questo, inoltre, si aggiunge un rischio dato dal fatto che molti titolari di conti correnti sono soliti prelevare il venerdì, in vista delle spese in contanti che andranno ad effettuare nel corso del weekend imminente. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di effettuare spesso un estratto conto della propria carta di credito, andando a segnalare subito alla propria banca in caso di movimenti strani o sospetti, così da bloccarla nell’immediato.

Oltre a questo vi suggeriamo di coprire sempre con la mano quando digitiamo il PIN di fronte allo sportello del bancomat, in modo tale da non farsi riprendere da eventuali telecamere furtive che il potenziale truffatore ha installato su quel determinato ATM.

Come funziona la clonazione

Come dicevamo prima, infatti, la clonazione della carta di credito si attua attraverso un sistema detto “skimmer”, cioè una finta fessura che viene montata sopra lo sportello: il cliente della banca passerà quindi la carta di credito prima all’interno dello skimmer, permettendo quindi al truffatore di leggere tutti i dati della propria carta di credito. Il truffatore a questo punto, con tutti i dati in mano, potrà fare acquisti senza problemi, sia presso i negozi fisici che online.

È assolutamente necessario, nel caso di truffe di questo tipo, andare ad allertare immediatamente le forze dell’ordine, denunciando l’accaduto. Oltre a questo, dovremo ovviamente chiamare la nostra banca o rivolgersi allo sportello fisico per bloccare tempestivamente la carta di credito, per impedire eventuali transazioni indesiderate.

bancomat 2 bancamaremma

Ricordiamo inoltre che è possibile bloccare la carta di credito anche comodamente dal proprio smartphone, grazie all’app di home banking che ormai la stragrande maggioranza delle banche dispone.