Aspirapolvere, da oggi lo puoi pulire così: nessuno lo sa | È semplicissimo

Siamo sempre più abituati all’utilizzo degli elettrodomestici durante il corso della nostra vita quotidiana, dalle lavastoviglie, ai frigoriferi, ai forni elettrici, fino ad arrivare agli aspirapolveri e via dicendo.

Spesso però non siamo esattamente a conoscenza di come pulirli nella maniera più semplice e immediata. Scopriamo insieme com’è possibile pulire un aspirapolvere, nel rispetto della “tradizione”.

aspirapolvere 1 inran.it

Il periodo che ci troveremo davanti non è di certo dei più floridi, dal momento che avremo a che fare con la crisi energetica e l’aumento considerevole delle bollette, sia per quanto l’elettricità, che per il gas e la luce. Ancor più del solito, quindi, è meglio prendere alcuni piccoli accorgimenti per evitare di consumare eccessivamente energia, e la pulizia degli elettrodomestici è uno degli obiettivi principali da perseguire con questo fine.

Nel caso in cui infatti la nostra aspirapolvere sia troppo sporca al suo interno, impiegherà anche fino al doppio del tempo normale per compiere il suo solito lavoro. È bene quindi mantenerla il più possibile pulita, in modo da ridurre i consumi e, conseguentemente, abbassare in maniera sensibile il costo delle bollette dell’energia.

Come si pulisce un’aspirapolvere, però?  La problematica che insorge in primis, quando abbiamo a che fare con un’aspirapolvere sporca, è quella del filtro pieno di polvere e peli. Sarà sufficiente quindi lavare il filtro dell’aspirapolvere circa ogni due settimane, possibilmente indossando in quel momento una mascherina idonea, in modo tale da non inalare polveri e altre sostanze non desiderate.

Come agire nella pulizia

Il nostro consiglio è di bagnare leggermente una qualsiasi spazzola dotata di setole morbide con una soluzione di acido citrico (o eventualmente un bicchiere di aceto bianco e un cucchiaio di bicarbonato di sodio), per poi strofinare la spazzola stessa sulla zona sporca e rimuovere conseguentemente le polveri che sono annidate sulla sua superficie. A quel punto subentrerà la sezione più delicata: armatevi in questo caso di uno stuzzicadenti (o comunque di un oggetto sottile e appuntivo) in modo tale da passarlo in mezzo alle setole e rimuovere tutto lo sporco indesiderato.

Per tutta questa procedura saranno necessari poco più di 5 minuti: un tempo davvero esiguo, ma che permette al tempo stesso un risparmio sulle bollette davvero consideredevole sul lungo periodo.
aspirapolvere 2 casasplendente
Oltre a questo, come sempre vi consigliamo, nel caso in cui doveste acquistare un nuovo aspirapolvere, di scegliere un elettrodomestico dotato della classe d’efficienza energetica più alta: questo consentirà il minor possibile nel corso dell’uso quotidiano, e un risparmio sensibile sulle bollette dell’energia che dovrete pagare nei prossimi mesi.