Bollette, addio grandi spese: da oggi così non avrai più paura

I prossimi mesi saranno davvero difficoltosi da un punto di vista sia energetico che economico. Le bollette dell’energia (sia essa gas, elettricità e luce) aumenteranno sensibilmente, e ci troveremo quindi a dover razionarne l’uso quotidiano per non incappare in spese salatissime ed energeticamente poco sostenibili. 

Quest’oggi vi suggeriamo alcuni consigli e trucchetti per risparmiare al massimo sulle bollette d’energia, in modo intelligente e consapevole. Bastano infatti una decina di mosse per poter avere la possibilità di risparmiare anche fino al 20% sulle bollette d’energia, A volte, infatti, anche gli aggiustamenti più semplici, di cui nemmeno ci accorgiamo nella vita quotidiana, possono portare con sè un considerevole risparmio,

frigo 1

Uno degli elettrodomestici che consuma maggiormente nel corso della vita quotidiana è senz’ombra di dubbio il frigorifero, che dato il suo fine (rinfrescare tutti gli alimenti che acquistiamo) deve mantenersi necessariamente acceso in maniera perenne, lungo tutto l’arco della giornata, ond’evitare il deterioramento del cibo.

Il primo accorgimento di cui vi consigliamo di prestare attenzione è tenere conto della classe di efficienza energetica: dal momento che è uno degli elettrodomestici più utilizzati e a maggior consumo energetico, è importante che sia di classe energetica A+. Un frigorifero che sia dotato di questa classe, infatti, permette un risparmio fino al 60% di energia rispetto ad un elettrodomestico di classi energetiche inferiori.

Nel caso in cui abbiamo a casa un frigorifero datato, quindi, il nostro consiglio è di sostituirlo con un elettrodomestico di recente realizzazione, portando ad una drastica riduzione del consumo energetico.

I consumi dei frigoriferi

Un frigorifero attuale di classe energetica A++ consuma infatti dai 128 ai 205 kWh/anno, contro i corrispondenti frigoriferi degli anni ’90, che arrivavano anche a picchi di 500 kWh/anno. Una classe energetica alta garantisce infatti fino ad un risparmio di 100 euro all’anno sulle nostre bollette dell’energia.

Un altro criterio da tenere d’occhio nell’acquisto di un nuovo frigorifero è anche la scelta di una dimensione adeguata: è infatti inutile acquistare un frigorifero di dimensioni elevate se il nucleo famigliare è composto da pochi elementi, dal momento che un elettrodomestico grande comporterà un tempo maggiore di raffreddamento, e quindi un maggior consumo di energia e di costi sulla bolletta.

frigo 2

Importante è anche il luogo in cui si posiziona il frigorifero all’interno della casa: esso va posto infatti lontano da fonti da calore (quali ad esempio il piano cottura della cucina, termosifoni, il forno elettrico), in quanto il calore generato da esse porterà ad un maggior dispendio energetico per raffreddare adeguatamente il frigorifero stesso. Queste piccole accortezze, seppur apparentemente banali, possono portare fino ad un 10% di riduzione dei consumi energetici.