Messaggiare sott’acqua: ora è possibile grazie a un’app

Nel corso degli ultimi anni, gli smartphone sono diventati progressivamente sempre più resistenti agli insulti meccanici di ogni tipo, diventando via via resistenti anche all’acqua, con tutte le certificazioni che ne sono derivate.

Grazie ad un’app, però, sarebbe possibile addirittura messaggiare comodamente sott’acqua: scopriamo insieme come funziona. 

acquaapp

Direttamente dall’Università di Washington, è stata recentemente sviluppata l’app AcquaApp, che permette alle persone che praticano sport subacquei (o comunque qualsiasi attività sotto il livello dell’acqua) di comunicare in maniera efficace tra di loro sott’acqua,  senza far uso della classica gestualità che è stata utilizzata fino ad ora in questi particolari contesti.

Come funziona l’app

Questo protocollo permette di collegare fino a un massimo di ben 60 persone contemporaneamente tra di loro: sicuramente un ottimo risultato, che permette la comunicazione tra numerose persone sott’acqua.

L’app AcquaApp è stata ovviamente sottoposta a diversi test di funzionamento, ed è emerso (tanto per rimanere in tema) che è possibile messaggiare sott’acqua tra due persone diverse fino ad un massimo di 30 metri di distanza (98 piedi). Per messaggi più corti, come quelli di emergenza, la distanza massima percorribile tra due persone si allunga ulteriormente, arrivando a ben 100 metri. Tutto questo viene inoltre gestito senza un particolare consumo di batteria, essendo quindi a tutti gli effetti sostenibile con un qualsiasi smartphone. I test di funzionamento dell’ap AcquaApp, inoltre,  sono stati svolti a profondità comprese rispettivamente tra i 2 e i 15 metri, andando anche ad includere elementi di disturbo come ad esempio barche, navi, persone che pescano o a bordo di kayak.

Il sistema di AcquaApp, nella fattispecie, fa uso di segnali acustici che permettono di comunicare tra due rispettivi smartphone, dal momento che le connessioni canoniche e i segnali radio (rappresentate da Wi-Fi e Bluetooth, per esempio) non funzionano correttamente a certi livelli di profondità. L’applicazione, inoltre, presenta al suo interno ben 240 messaggi predefiniti che possono essere inviati in ogni momento dalla persona che ne fa uso.

acquaapp 2

I ricercatori che hanno sviluppato quest’app hanno pubblicato recentemente un paper, che ne descrive nei dettagli il suo funzionamento, raggiungibile a questo indirizzo per chi fosse interessato.