Le App per chiamare gratis dallo smartphone via internet

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Fra le tendenze degli operatori più evidenti in questo momento c’è quella di aumentare il numero di minuti e SMS a disposizione di chi ha un abbonamento o una ricaricabile. Le app per chiamare gratis rappresentano l’evoluzione degli smartphone e soprattutto la loro capacità di collegarsi alla rete per una lunga serie di servizi indirizzati agli utenti.

telefonare-gratis

Per questo sono ormai comuni le offerte senza limiti per quanto riguarda i minuti di chiamata (sul comparatore di SosTariffe.it si possono trovare tutte le più interessanti). La conseguenza è che le tariffe che forniscono solo 400, 300 o addirittura 200 minuti al mese diventano ancora più convenienti: ad esempio MobileFuel di Fastweb, che dà diritto a 300 minuti, 300 SMS e ben 5 GB di traffico Internet, costa solo 10 euro al mese, tanto che ci si può legittimamente chiedere se sia possibile sfruttare le app piùà diffuse per telefonare gratis.

Già, perché Whatsapp, Viber, Skype sono tutte applicazioni che consentono di effettuare chiamate voce in alta definizione basandosi proprio sui GB di traffico Internet disponibile. In tal senso, se il proprio tablet è dotato di un microfono è possibile utilizzarlo proprio come se fosse un telefono.

Whatsapp, Skype e gli altri

Whatsapp è l’app presente su quasi tutti i telefoni, per la sua facilità d’uso e immediatezza e per molti aspetti simile alla concorrente Telegram. Da qualche mese con Whatsapp sono state incluse anche le chiamate vocali, prima su Android e poi anche su iOS. In linea di massima, un minuto di telefonata con Whatsapp consuma circa mezzo MB, il che significa che ipoteticamente, avendo 2 GB di traffico a disposizione sarà possibile conversare per 4.000 minuti.

Le principali app per chiamare gratis con smartphone e tablet.

Le principali app per chiamare gratis con smartphone e tablet.

Discorso analogo per Viber e Facebook Messenger, mentre Skype si basa su un modello un radicalmente diverso e commerciale. Se Viber, Facebook Messenger e Whatsapp permettono soltanto chiamate via Internet, Skype consente sia quelle che le telefonate tradizionali su cellulari che non hanno Skype installato e numeri fissi, pagando però per le chiamate, e mettendo in preventivo il traffico Internet. Sono previste vari tipi di tariffe: al momento, per chi vuole chiamare solo numeri fissi l’abbonamento da 120 minuti costa 1,09 euro al mese, quello da 400 minuti 3,77 euro al mese e quello illimitato 4,62 euro al mese (7,31 euro al mese per chiamare senza limiti in Europa e 12,80 euro al mese per chiamare anche il resto del mondo).

Per quanto riguarda invece le chiamate con Skype verso i cellulari, l’abbonamento a 60 minuti costa 1,82 euro al mese, da 120 minuti 3,53 euro al mese, da 400 minuti 10,97 euro al mese e illimitato in Europa 18,29 euro al mese. In alternativa è possibile optare per la tariffazione a consumo, con chiamate verso i fissi a partire da 2,1 centesimi al minuto e verso i cellulari da 9 centesimi al minuto. Va comunque ribadito ancora che se entrambi gli utenti hanno l’app di Skype scaricata sul proprio cellulare e la utilizzano per sentirsi via Internet non si spende nulla, a parte l’eventuale traffico extrasoglia (discorso che per quest’ultima parte vale ovviamente anche per Skype e gli altri programmi di Voip). I prezzi sono comunque gli stessi di Skype per computer.

Non mancano altre applicazioni che, oltre a quelle più famose e blasonate, forniscono all’incirca lo stesso servizio, cioè chiamare gratuitamente altri utenti con la stessa app via Internet. Esempi sono  WeChat, LINE, FriendCaller e ooVoo (che puntano soprattutto sulle chiamate-conferenza fino a 12 persone). Anche Google ha il suo servizio, Hangouts.

Un altro servizio di VoIP un po’ diverso dagli altri è Voiparlate, che include anche un numero geografico personale per essere raggiungibile da tutto il mondo, e che regala i primi 30 minuti al giorno di chiamate sia verso i fissi che i mobili nazionali e i fissi EU, USA e Canada. Da ricordare anche il servizio legato a Tiscali, Indoona: si tratta di un’app che permette di chiamare fissi di Europa e i fissi e mobili di USA, Canada e Cina, con i primi 100 minuti gratis ogni mese.

Il Voice over 4G di Vodafone

Anche gli operatori in qualche caso hanno deciso di intervenire in prima persona sul mercato. È il caso di Vodafone, con il servizio Vodafone 4G Voice HD, di serie per i clienti dell’operatore, che permette a due utenti Vodafone con smartphone compatibile di comunicare direttamente sulla rete dati. Il tutto con vantaggi sia per la qualità vocale della chiamata (con maggiore chiarezza della voce anche in caso di bisbigli e rumore di sottofondo ridotto notevolmente), soprattutto per le call conference dei clienti business. Si tratta di un notevole risparmio per chi non vuole consumare i propri minuti.

Vodafone Voice over 4G per telefonare con altri clienti dell'operatore.

Vodafone Voice over 4G per telefonare con altri clienti dell’operatore.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape