Come aprire un conto online e gestirlo in sicurezza

da

Le banche moderne si distinguono dagli istituti finanziari del passato per il legame indissolubile con l’informatica. Il progresso digitale, infatti, ha favorito la diffusione di tecnologie grazie alle quali l’utente ha la possibilità di avvantaggiarsi dei servizi offerti da un istituto bancario sfruttando le potenzialità delle connessioni di rete.

Il Tecnico informatico

IL CONSIGLIO DEL GIORNO (CLICCALO)

  DISPOSITIVO (Clicca per vederlo)  

Samsung QE82Q950RBT 2,08 m (82'') 8K Ultra HD Smart TV Wi-Fi Nero

Samsung QE82Q950RBT, 2,08 m (82''), 7680 x 4320 Pixel, QLED, Smart TV, Wi-Fi, Nero

Ma il perfezionamento dell’informatica ha comportato anche la necessità di migliorare la protezione dei dati dei privati, spingendo per la creazione di nuove strategie finalizzate a garantire la sicurezza digitale dei profili degli utenti. Al giorno d’oggi, infatti, le stesse banche che mettono a disposizione dei clienti servizi multicanale online forniscono un adeguato livello di protezione, anche per rispondere alle normative entrate in vigore in seguito all’introduzione del GDPR (Regolamento generale sulla protezione dei dati, adottato a partire dal 2016).

Tuttavia, è necessario specificare che i sistemi di sicurezza informatica variano a seconda degli istituti bancari: la questione della protezione dei dati ha a che fare direttamente con la politica aziendale della banca, la quale è libera di scegliere il sistema informatico che ritiene più adatto a proteggere le informazioni dei propri clienti. Entriamo nel dettaglio e passiamo in rassegna alcuni suggerimenti fondamentali ai fini della sicurezza informatica relativa alle banche online.

L’importanza della fama dell’istituto

Innanzitutto, il primo suggerimento da tenere in considerazione per proteggere efficacemente i dati di un profilo bancario online riguarda la scelta di un buon istituto finanziario. Affidare le informazioni economiche personali ad enti dalla fama tutt’altro che consolidata significa mettere a repentaglio la sicurezza di conti, carte di credito, carte prepagate e via dicendo, il che obbliga a ponderare con grande cura la scelta dell’istituto nel quale depositare le proprie credenziali.

Per i motivi sopra citati, è di importanza assoluta mettere i propri dati nelle mani di una banca online nota e affermata, un istituto che disponga di servizi di sicurezza adeguati e di alto livello. Scegliere l’istituto più adatto alle proprie esigenze non è poi così complicato: nel panorama odierno esistono realtà bancarie solide e affidabili, ognuna delle quali in grado di mettere a disposizione del cliente piani finanziari specifici e personalizzati, così da soddisfare pienamente i bisogni di qualsiasi tipologia di utente.

Il modo più completo per conoscere offerte vantaggiose delle banche esistenti è quello di rivolgersi direttamente ad una delle filiali prescelte, purché, come già riferito, si prendano in considerazione esclusivamente gli istituti noti e maggiormente affidabili.

Vedi anche questo elenco delle banche più sicure.

I sistemi di sicurezza delle banche online

Un altro fattore da valutare con cura prima di aprire un conto bancario online è la presenza di sistemi di sicurezza informatici all’avanguardia.

Le banche moderne sono solite adoperare sistemi differenti per proteggere i dati degli utenti: carta fisica con codici alfanumerici, codici inviati per via telefonica, password usa e getta e così via. Analizziamo una per una le varie metodologie applicate dalle banche per garantire un’elevata sicurezza informatica.

In primo luogo, la tecnologia di sicurezza più sfruttata dagli istituti finanziari è l’utilizzo di codici alfanumerici associati ad una determinata carta. Solitamente la carta in questione viene rilasciata dalla banca al momento dell’apertura di un conto, con i codici della tessera che, di fatto, risulteranno associati al conto stesso. Tali codici andranno utilizzati ogni qual volta si debbano effettuare delle transazioni economiche online.

Il funzionamento della carta è semplicissimo: qualora vi sia la necessità di acquistare, vendere, investire o scambiare denaro online, il servizio multicanale della banca richiederà l’inserimento di uno dei codici riportati sulla superficie della carta stessa o in uno dei documenti contenuti nel contratto stipulato con l’istituto finanziario.

Per via dell’alto livello di sicurezza e della relativa semplicità nell’impiego, la carta riportante le password in forma di codici alfanumerici è una delle tecnologie più apprezzate dagli utenti bancari. Altrettanto gradito è l’utilizzo di password usa e getta comunicate direttamente al cliente bancario per via telefonica. Anche in questo caso il codice verrà fatto pervenire al numero di telefono associato al conto personale nel momento in cui si procederà con una transazione economica.

Utilizzare browser conosciuti

Per quanto banche diverse possano adottare strategie di sicurezza informatica differenti, il funzionamento delle tecnologie alla base della protezione dei dati è sempre lo stesso: indipendentemente dalla politica aziendale prescelta, qualsiasi banca online dispone infatti di un sistema di criptaggio fondato sulla garanzia del protocollo “HTTPS”, vale a dire la modalità criptata (ed evoluta) del classico protocollo HTTP.

Entrambi i protocolli consentono al browser utilizzato dall’utente di ottenere le informazioni necessarie per la navigazione. La differenza tra i due protocolli è data dal fatto che l’HTTPS dispone di un sistema di connettività criptata tramite crittografia asimmetrica, il che conferisce un’eccezionale sicurezza all’utente durante la navigazione online. Al di là dei protocolli, anche l’utilizzo di un browser comodo e pratico è un fattore rilevante ai fini della sicurezza online.

Sfruttare browser privi di sistemi protezione dei dati significa aumentare la probabilità di andare incontro a problemi relativi al furto dei dati e delle credenziali bancarie. Imprevisti di questo tipo avvengono a causa della scarsa protezione che il browser è in grado di fornire agli utenti, con i malintenzionati che sfruttano le falle del software in uso per raccogliere tutte le informazioni più delicate immesse nel web. Ecco per quale motivo diviene fondamentale adoperare un browser conosciuto e costantemente aggiornato.

Utilizzare antivirus e suite per la sicurezza informatica

Tra i metodi più indicati per poter usufruire in tutta sicurezza dei servizi di una banca online vi è l’utilizzo degli antivirus o di una suite per la sicurezza informatica.

Recensione di Bitdefender Internet Security 2019

Trattandosi di software prodotti da terze parti, e che di fatto non hanno nulla a che vedere (se non indirettamente) con le banche, per poter usufruire di tali strumenti è necessario procedere con l’acquisto o il download della suite che più si adatta alle proprie esigenze. Antivirus e suite per la sicurezza informatica, indipendentemente dal marchio o dall’azienda produttrice, saranno in grado di evitare spiacevoli inconvenienti agli utenti che sceglieranno questa soluzione. Gli antivirus sono progettati appositamente per bloccare eventuali malware e minacce di rete, consentendo di procedere con una navigazione fluida e più che mai sicura.

Scegliere password sicure

Infine, uno dei metodi per garantire maggior sicurezza ai propri dati personali è quello di scegliere password sicure e difficilmente individuabili dai malintenzionati. Il discorso, ovviamente, vale anche e soprattutto per i dati bancari.

Scegliere una password sicura

Per quanto riguarda le informazioni sui dati di banca, la sicurezza delle password alfanumeriche dovrà risultare ancor più elevata. Solitamente è la banca stessa a ricordare agli utenti di adoperare parole chiave specifiche. In linea generale, andranno assolutamente evitate password troppo brevi o contenenti riferimenti ai dati anagrafici del proprietario del conto. Per accedere ai servizi online di una banca multicanale, l’ideale sarebbe creare password caratterizzate da numeri, lettere e caratteri speciali, aumentando di conseguenza la complessità della chiave di accesso. Inoltre, maggiore sarà la lunghezza della password e più alto sarà il livello di sicurezza della stessa, diminuendo le probabilità di furti e accessi non autorizzati.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©