5 modi per riconoscere il Tecnico Informatico dal ciarlatano

da

La professione del Tecnico Informatico è molto diffusa, in tutte le sue sfaccettature. Purtroppo, molti professionisti IT condividono ufficio e professione con alcune figure improvvisate, prive di conoscenze e capacità. Ecco il prospetto per identificare i “buoni” dai “falsi” tecnici.

Il Tecnico informatico

Dopo aver spiegato su Passione Tecnologica i cinque motivi per fare il consulente informatico, vogliamo addentrarci, ancora una volta, nel favoloso mondo del tecnico informatico. In Italia e nel mondo, siamo circondati da migliaia di tecnici informatici, o presunti tali, che articolano le loro funzioni lavorative negli ambiti più disparati di questo ampio settore. Tecnico hardware, specialista del software, sistemista, programmatore informatico e chi più ne ha più ne metta. Come possiamo riconoscere un tecnico informativo bravo e capace, da uno mediocre e inaffidabile? Abbiamo preparato un breve prospetto in cinque punti, con gli elementi salienti che contraddistinguono un consulente informatico DOC, da uno mediocre e inaffidabile.

Il vademecum del Tecnico Informatico

Il Tecnico Informatico

Preparazione ed esperienza

Sembrerà banale, ma la prima caratteristica che dovrebbe avere un vero professionista IT è legata alla preparazione tecnica e il suo bagaglio culturale, maturato nella sua esperienza sul campo. Preparazione ed esperienza viaggiano in simbiosi e si alimentano l’una dell’altra. Un tecnico informatico abile, conosce perfettamente il suo lavoro, legge guide informatiche e si documenta spesso sulle novità e funzionalità legate al problem solving. Poiché la teoria da sola non è mai sufficiente per creare capacità e metodologie di lavoro, l’esperienza sul campo sarà sempre fondamentale. La simbiosi tra preparazione ed esperienza è la base per identificare il tecnico informatico di qualità.

Il Tecnico informatico

Concentrazione e diagnosi

Il ragionamento e l’abilità di capire rapidamente le problematiche è una delle caratteristiche più ricercate tra i tecnici informatici. Nella mia esperienza ventennale, ho conosciuto molti tecnici con bagaglio culturale elevato e diverse certificazioni, che davanti ad alcune problematiche, anche le più banali, risultavano totalmente privi di idee e capacità risolutive. La preparazione è fondamentale ma da sola non è sufficiente per lavorare nel settore IT. Il tecnico informatico deve essere brillante, concentrato e capace di diagnosticare problemi e fornire rapide soluzioni. Sfatiamo il mito del “chiunque può fare il consulente informatico”.

Il Tecnico informatico

Elasticità mentale e intuizione

L’esperienza insegna che per ogni problema o implementazione tecnica, esistono sempre diverse strade da percorrere. Il tecnico informatico migliore è colui che utilizza logica ed ingegno, per arrivare alla soluzione ideale. Anche in questo caso, la simbiosi di conoscenza, ragionamento ed esperienza è fondamentale per essere sempre al top. Esistono molti professionisti, che al primo intoppo si fermano e non arrivano ad alcuna soluzione. Fortunatamente, ci sono anche molti tecnici informatici brillanti, che riescono ad avanzare soluzioni, idee e intuizioni, anche nelle condizioni più critiche del proprio lavoro. I migliori professionisti IT sono dotati di ragionamento, preparazione tecnica e intuito.

Il Tecnico informatico

Collaborazione con il cliente

Il tecnico informatico per eccellenza dialoga con il cliente, fornisce spiegazioni tecniche, logiche e risponde professionalmente alle domande. Molto spesso, al tecnico informatico vengono posti quesiti di natura più disparata, anche non pertinenti alla problematica originale. Nel migliore dei casi, il professionista deve accogliere le richieste del cliente, per tranquillizzarlo e sciogliere eventuali dubbi e perplessità. Esistono tecnici che rispondono vagamente alle domande o, nei casi più estremi, non rispondono nemmeno. Atteggiamenti di questo tipo denotano scarsa preparazione e mancata professionalità. Meglio il tecnico informatico disponibile, piuttosto che quello scontroso e mentalmente distaccato. Collaborazione e dialogo non rappresentano, per forza di cose, una perdita di tempo.

Il Tecnico informatico

Velocità e precisione

Come ultima caratteristica di un tecnico informatico competente, abbiamo inserito la velocità nello svolgere i propri compiti e la precisione per metterli in pratica. Si tratta di un connubio di azioni, che determinano le capacità organizzative e intellettuali del professionista. Il tecnico informatico ideale deve essere veloce e preciso al tempo stesso. Oggi, il mercato IT richiede tempistiche di lavoro dinamiche, per poter affrontare imponenti volumi di lavoro. La perfezione è legata alla capacità del tecnico di essere rapido, senza rinunciare alla qualità e alla cura dei dettagli. Immaginate un consulente informatico veloce, che porta a termine l’installazione di un server o PC in pochissimo tempo, dimenticando però un sacco di configurazioni e dettagli. Lui o altri suoi colleghi saranno costretti a perdere ulteriore tempo per sistemare le cose, con tutte le conseguenze del caso. Il tecnico informatico veloce e preciso è piuttosto raro da trovare, ma rappresenta una vera e propria conquista, per i clienti, le aziende e tutto il settore IT.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

I migliori notebook sul mercato