Tv, quando dormi è meglio se la spengi: oltre al consumo rischi anche la multa | Il motivo è impensabile

Si può prendere una multa semplicemente guardando la televisione? La risposta è sì. Ecco il motivo per spegnerla

In Italia si contano oltre 43 milioni di apparecchi televisivi secondo i dati del Rapporto Auditel-Censis. Il 90% degli italiani sopra i 3 anni, guarda la televisione, e oltre l’80% lo fa per più di tre ore al giorno.

tv-volume-casa
Guardare la tv in casa. Foto da Pexels

Un trend in crescita rispetto agli anni precedenti anche grazie all’avvento delle smart-tv che ci consentono di accedere alla rete e di scegliere i programmi preferiti. Il rapporto Censis sui media afferma che oltre il 40% degli italiani accede al web attraverso il proprio televisore.

Molte emittenti televisive nazionali si sono adeguate e permettono di fruire dei propri contenuti video sul web o sulle app. Sia Rai che Mediaset mettono a disposizione gratuitamente anche un database di film, su altre come La7 è possibile rivedere le puntate dei programmi andati in onda. Oltre a tutta una serie di nuove piattaforme a pagamento come Amazon Prime e Netflix.

Cambiano dunque le modalità di visione e di fruizione, sempre più individualizzate e on demand, con la possibilità per ciascun componente del nucleo familiare di crearsi un proprio palinsesto frutto della combinazione di contenuti diversi su schermi diversi e in luoghi diversi.

Prendere una multa guardando la tv

Grazie a questa modalità di fruizione, la tv torna protagonista nelle case degli italiani, dove si contano cinque televisori per ogni famiglia. Inoltre, i televisori diventano sempre più grandi grazie anche ai prezzi più accessibili e ai bonus del Governo per l’acquisto dei nuovi apparecchi dotati dell’ultima versione di digitale terrestre. Anche gli impianti audio sono più evoluti e più accessibili con sistemi di dolby surround capaci di riprodurre suoni molto nitidi.

Tv-dolby-volume
Guardare la tv con il dolby surround. Foto da Pexels

Ma se non volete prendere una multa guardando la televisione per prima cosa dovete fare attenzione al volume. Il volume troppo alto del televisore può arrecare disturbo agli altri, una violazione che rientrerebbe nell’articolo 659 del codice penale e classificato come “disturbo del riposo delle persone”. La cui violazione prevede per “chiunque fa abuso di suoni o utilizza segnali acustici producendo rumori e schiamazzi”, una sanzione che può arrivare fino a 309 euro e l’arresto fino a 3 mesi.

Tale normativa è stata applicata, nel 2017, dalla Corte di Cassazione proprio ad un caso legato al volume del televisore. I condomini, dopo ripetute proteste, hanno allertato la polizia che durante un controllo ha constatato il volume troppo alto del televisore tanto da poter distinguere perfettamente, già all’esterno dell’appartamento, le parole della trasmissione che la persona in casa stava guardando. La Cassazione ha condannato il condomino riconoscendo una responsabilità penale.