Truffa del contatore: ecco il metodo (illegale) per non pagare più nulla

È un periodo senz’ombra di dubbio difficile e complicato dal punto di vista economico, a causa dei continui rincari dell’energia elettrica e del gas che stanno vessando continuamente l’Italia e l’Europa intera, a causa dei conflitti che si sono verificati in Ucraina nel corso dei primi mesi.

Il governo italiano fortunatamente non si è tenuto con le mani in mano, ma anzi ha emanato alcuni decreti volti proprio ad aiutare le famiglie più numerose (con reddito ISEE annuale basso), le imprese e gli pubblici, come i patronati e i centri di assistenza fiscale.

contatore 1 ilpescara

Ciò nonostante, sempre più famiglie rischiano al giorno d’oggi di fronteggiare la soglia di povertà, dal momento che sostenere il pagamento di bollette con cifre così esose è diventato praticamente impossibile.

Purtroppo non tutte le persone rimangono oneste, e alcune cercano di porre rimedio a questi rincari con alcuni accorgimenti per nulla legali. Una delle componenti che viene più frequentemente manomessa è il contatore, che puntualmente viene letto per le bollette e per visualizzare la fascia oraria di quel determinato momento del giorno, oltre che per poter leggere l’effettivo consumo dei nostri elettrodomestici in quel momento.

Uno degli stratagemmi che molti utilizzavano fino a qualche fa era quello della calamita: essi posizionavano infatti la calamita sulla superficie del contatore stesso, in modo tale da camuffare così facendo i reali consumi dell’energia elettrica e del gas.  In questo modo riuscivano quindi a risparmiare almeno un 60/70% della quota di consumo della bolletta della luce, in maniera ovviamente illegale e a insaputa degli entri distributori.

Altre possibili truffe

Al giorno d’oggi questo sistema è stato superato, ed è possibile (per fortuna, potremmo aggiungere) utilizzarlo solo all’interno degli impianti più vecchi. Per quel che riguarda gli impianti nuovi, i truffatori hanno messo in atto stratagemmi e metodiche completamente nuove, che consentono anche in questo caso un importante risparmio sul pagamento delle bollette mensili dell’energia elettrica e del gas.

Al giorno d’oggi essi preferiscono altre vie, tra le quali risultano in particolare l’allaccio sulla montante e la manomissione del misuratore. Nel caso del misuratore manomesso, la modifica viene condotta direttamente all’interno del contatore stesso, che aprono e all’interno del quale saldano i contatti che registrano l’effettivo consumo.

contatore 2 tagliabolletta

Così facendo, infatti, permettono di azzerare i circuiti: in questo caso quindi il risparmio sarà paradossalmente ancor più considerevole dei vecchi sistemi, con picchi pari al 97 o 98%. La manomissione però lascerà delle tracce che saranno ben evidenti, al contrario della calamita che poteva essere rimossa senza destare alcun sospetto.