Twitter, stavolta è arrivata l’ufficialità: il colosso social pronto ad una rivoluzione epocale

Nel corso degli ultimi anni, i social network hanno preso sempre più piede all’interno delle nostre vite, diventando così parte integrande e quotidiana del nostro vissuto personale.

Tra i più importanti troviamo senz’ombra di dubbio Facebook, Instagram, TikTok (soprattutto tra i giovani, dove ha dilagato) e infine, ultimo ma di certo non per importanza, Twitter. Twitter in particolare si è sempre distinto dagli altri social network per la sua natura estremamente “fugace” e concisa, capace di racchiudere all’interno di 280 caratteri di lunghezza tutti i propri messaggi, venendo tralaltro utilizzato da tantissime personalità famose e appartenenti al mondo dello spettacolo.

musk 1 salon.com

Notizia degli ultimi giorni sarebbe l’acquisizione, da parte del celebre miliardario Elon Musk (il proprietario della Tesla Motor  e di Space X, per intenderci). A seguito di mesi e mesi di varie vicissitudini, infatti, Elon Musk ha così completato l’acquisizione del celebre social network azzurro. L’accordo tra le due parti è stato chiuso alla cifra di 44 miliardi di dollari, dopo una trattativa che è iniziata lo scorso Aprile.

I primi provvedimenti di Elon Musk a seguito dell’acquisizione di Twitter sono stati i licenziamenti di diversi dirigenti della compagnia, tra cui ad esempio il CEO Para Agrawawl, il direttore a capo degli affari legali Sean Edgett, e l’avvocatessa a capo del team legale (oltre che della componente trust and safety) della compagnia, Vijaya Gadde. Elon Musk ha cambiato immediatamente la sua biografia sul profilo ufficiale Twitter, modificandola in “Chief Twit”.

Per il momento non sappiamo ancora bene quali siano le intenzioni di Elon Musk nei confronti di Twitter e l’uso che ne farà in futuro, dal momento che sono state raccolte diverse sue dichiarazioni a riguardo nel corso degli ultimi mesi, ognuna in netto contrasto con l’altra.

Le intenzioni di Musk

Giusto qualche settimana fa, infatti, lo stesso Elon Musk aveva dichiarato la sua intenzione a trasformare il social network blu in una sorta di “super app“, al cui interno gli utenti iscritti avrebbero avuto la possibilità di fare altre attività oltre alla composizione dei più classici tweet, un po’ come succede con la celebre applicazione cinese di messaggistica istantanea WeChat.

Per ora, sappiamo che Twitter ha un totale di ben 7500 dipendenti, con ben 200 milioni d’utenti attivi al giorno che scrivono tweet e seguono le tendenze del momento. Purtroppo nel corso degli ultimi anni la compagnia ha riscontrato un lieve calo nella crescita e nel trovare nuove fonti di reddito da cui attingere, forse uno dei motivi principali che ha spinto la stessa azienda nelle mani di Musk.

musk 2 salon.com

Non ci resta a questo punto che attendere nuovi aggiornamenti da parte di Twitter sui nuovi e futuri cambiamenti, che siamo certi non tarderanno a venire nel corso delle prossime settimane o mesi.