Climatizzatore, impostalo in questo modo se non vuoi la stangata: bollette alle stelle per chi non conosce il ‘trucco’

Nel corso dei prossimi mesi autunnali e invernali, dovremo affrontare un periodo davvero difficile da un punto di vista economico, a causa del rincaro energia che sta complicando la vita a milioni e milioni di persone, con bollette dell’energia elettrica e del gas sempre più salate, a causa soprattutto dei recenti conflitti che si sono verificati in Ucraina.

Per fortuna il governo italiano non si è tenuto con le mani in mano, ed ha emanato alcuni decreti che mirano ad aiutare le famiglie più numerose, con bonus per alleggerire le bollette dell’energia elettrica e agevolazioni fiscali riguardanti l’acquisto di elettrodomestici di nuova generazione entro il 31 dicembre 2022.

clima 1 infobuildenergia

Nonostante tutti questi provvedimenti però, sempre più famiglie italiane rischiano purtroppo di andare incontro alla soglia di povertà, dal momento che non riescono più a sostenere bollette così ingenti.

Scopriamo quindi alcuni trucchi e accorgimenti utili che possiamo adottare senza problemi nella vita quotidiana per consumare di meno, e conseguentemente risparmiare sulle bollette. A volte infatti sono sufficienti poche e semplici mosse per fare realmente la differenza in termini di consumi.

Quest’oggi partiamo in particolare da uno degli elettrodomestici indubbiamente più utilizzati all’interno dell’ambiente domestico, soprattutto nel corso dei mesi estivi più caldi e afosi: stiamo ovviamente parlando del climatizzatore. I climatizzatori, in particolare, devono essere sempre impostati a una temperatura che sia al massimo inferiore di 6 gradi rispetto a quella che è la temperatura dell’ambiente esterno. Nel caso in cui ci fosse un caldo afoso (come può accadere benissimo ad esempio nel corso dei mesi di luglio e agosto, soprattutto in città), è preferibile far uso della modalità deumidificatore, che andrà a togliere molta dell’umidità presente all’interno dell’ambiente domestico.

Altri consigli utili

Oltre a questo, nel caso del climatizzatore sarà necessario svolgere una manutenzione periodica, in modo tale da tenerlo sempre revisionato.

Aggiungiamo poi che, nell’acquisto di un nuovo climatizzatore, è sempre bene prediligere dispositivi che abbiano la più alta classe d’efficienza energetica: un climatizzatore di classe A+++, infatti, consuma sensibilmente di meno rispetto a un corrispettivo di classe E, e questo si rifletterà incontrovertibilmente sulle prossime bollette dell’energia elettrica, risultando in un buon risparmio per l’utente finale.

clima 2 infobuildenergia

Un altro consiglio importante, quando si parla di elettrodomestici come la lavatrice e la lavastoviglie, è quello di utilizzarli sempre a pieno carico, evitando la ripetizione di carichi multipli nel corso della giornata che inevitabilmente vanno a pesare in maniera sensibile sul costo delle bollette dell’energia elettrica.