Aspirapolvere, ecco quando dovete usarla per risparmiare: occhio alle fasce orarie

Purtroppo nel corso dei prossimi mesi autunnali e invernali ci troveremo a dover pagare, volenti o nolenti, delle bollette dell’energia davvero salate. A causa dei conflitti che si sono recentemente tenuti in Ucraina, infatti, il costo dell’energia è salito alle stelle: si stima infatti che c’è stato un rialzo pari quasi al 50% del costo delle bollette rispetto all’anno precedente.

Fortunatamente il governo ha già attuato qualche provvedimento in merito, con bonus e agevolazioni fiscali per il pagamento delle bollette dell’energia e l’acquisto di nuovi elettrodomestici. Nonostante questo però, sempre più famiglie italiane rischiano costantemente di sfiorare la soglia della povertà, essendo pressoché impossibilitati a pagare le bollette mensili che raggiungono costi stratosferici.

aspirapolvere 1 altroconsumo

Vediamo dunque alcuni accorgimenti che possono essere utili nel combattere questa difficoltosa situazione, con l’obiettivo ultimo di consumare meno energia possibile e avere un risparmio considerevole a lungo termine sulle bollette dell’energia, sia elettrica che a gas.

Oggi ci focalizziamo in particolare su uno degli elettrodomestici più utilizzati in ambito domestico, ovvero l’aspirapolvere. Questo elettrodomestico viene usato nelle case di milioni di italiani per pulire i locali di casa, ma nasconde a volte dei consumi molto importanti.

Una delle novità più rilevanti nel corso degli ultimi anni sono senz’ombra di dubbio le aspirapolveri smart,come nel caso dei robot aspirapolvere che, in piena autonomia, ci consentono di tenere puliti i locali del nostro ambiente domestico. Per l’occasione vi proponiamo il modello iRobot Roomba, disponibile attualmente in offerta su Amazon a soli 219.99 euro, contro i 299 euro del prezzo di listino. Per chi fosse interessato all’acquisto, il robot aspirapolvere è comodamente raggiungibile a questo indirizzo.

Consigli utili per risparmiare

Utile, poi, prediligere l’utilizzo dell’aspirapolvere nelle ore serali (a partire dalle 19 in poi) e nei weekend: nel caso in cui si disponga di un contratto di fornitura con tariffa bioraria, infatti, queste rappresentano le fasce orarie più economiche e convenienti, che a lungo andare consentono di ottenere un notevole risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica.

Nel caso in cui l’aspirapolvere presenti la modalità Turbo, cercate di utilizzarla il meno possibile, per non consumare troppa energia elettrica. Prediligete invece la modalità “Eco” o “Ambiente”, presenti nella maggior parte degli elettrodomestici di nuova generazione, e caratterizzate da consumi notevolmente ridotti.

aspirapolvere 2 tuttolucido.it

Per quanto riguarda l’acquisto di un nuovo aspirapolvere, ricordatevi di acquistare sempre elettrodomestici alla più alta classe d’efficienza energetica. Un aspirapolvere di classe A+++ consumerà infatti sensibilmente di meno rispetto ad un aspirapolvere di classe E, per esempio.