Ferro da stiro, ecco il nuovo piano per risparmiare energia: questa facile guida vi cambierà la vita

Quado stiri hai paura di sprecare energia e di alzare i tuoi consumi? Scopri come stirare senza preoccupazioni e abbassare i costi sulle tue bollette.

In questo periodo cerchiamo sempre nuovi metodi per ridurre i nostri consumi energetici in casa. A causa del continuo rincaro dei prezzi dell’energia, è diventando fondamentale risparmiare e abbassare i costi delle bollette.

donna passa ferro da stiro a vapore sul pannoi

Per ridurre i consumi si cerca di utilizzare il meno possibile gli elettrodomestici, essendo i dispositivi più energivori che abbiamo in casa. Ma non sempre ci possiamo permettere di rinunciare a questi dispositivi, risultando importanti per le attività domestiche di tutti i giorni.

Oggi vogliamo darvi qualche suggerimento su come utilizzare correttamente il ferro da stiro. Questo elettrodomestico è indispensabile per aver dei panni senza pieghe, non trovando alternative per ottenere questi risultati. Il suo utilizzo ha un certo impatto sulle nostre bollette, ecco perché bisogna stare attenti su come utilizzarlo senza avere dei sprechi energetici.

Quanto consuma un ferro da stiro?

Il ferro da stiro è un elettrodomestico che, usato con frequenza, può avere un discreto impatto sui consumi elettrici complessivi di un nucleo familiare. Vediamo quanto consuma un ferro da stiro, come variano i consumi in base alla tipologia e qualche suggerimento per evitare gli sprechi energetici di questo apparecchio.

Quanto consuma un ferro da stiro? Non c’è una risposta univoca a questa domanda. Dipende dalla tipologia di apparecchio. I diversi tipi di ferro da stiro sono indicati per utilizzi differenti, allo stesso modo variano anche i consumi energetici. Vediamo insieme le tipologie più comuni con le relative stime di consumo.

ferro da stiro a vapore sul tavolo della lavanderia

I ferri da stiro compatti possiedono un serbatoio interno e la loro piastra viene riscaldata da una serpentina elettrica. Quando il ferro è in posizione orizzontale, l’acqua si riversa internamente sulla piastra bollente e genera una piccola quantità di vapore.

 

In base alla loro potenza, i ferri da stiro compatti permettono di stirare dalle tre alle sei camicie in un’ora. Considerando un costo medio dell’energia elettrica di circa 0,25 €/kWh, ecco quanto consuma un ferro da stiro compatto in base alla sua potenza:

  • un ferro da stiro compatto da 2000 Watt consuma circa 0,50 € l’ora.
  • un ferro da stiro compatto da 2400-2600 Watt consuma circa 0,65 € l’ora.

Un ferro da stiro con caldaia è voluminoso e pesante, ma è ideale per lunghe sessioni di stiratura e si adatta quindi a famiglie in cui occorre stirare di più. Ma quanto consuma?

  • Un ferro da stiro con caldaia da 1800 W riesce a stirare 4-6 camicie in un’ora e consuma circa 0,45 € l’ora.
  • Un ferro con caldaia da 2400 W, in base alla sua qualità, può stirare dalle 7 alle 12 camicie l’ora, e consuma da 0,5 a 0,6 € l’ora.

I ferri da stiro generatori di vapore si basano sullo stesso principio dei compatti, ma hanno un serbatoio separato di grandi dimensioni da cui l’acqua viene pompata al ferro. Sono suggeriti per chi stira quantità medie di indumenti in tempi ristretti.

Ma quali sono i consumi elettrici del ferro da stiro generatore di vapore?

  • Un generatore di vapore di fascia medio-bassa permette di stirare 4-6 camicie in un’ora, con un consumo medio di circa 0,5 € l’ora.
  • Un generatore di vapore da 2400 W, in base alla sua qualità, permette di stirare 7-12 camicie all’ora, con un consumo che va da 0,5 a 0,6 € l’ora.

Come ridurre i consumi quando stiri

Per ridurre i consumi elettrici del ferro da stiro e abbattere gli sprechi, ci sono alcuni accorgimenti che puoi seguire:

  • Stira solo quando hai accumulato molti indumenti. Conviene infatti attivare questo elettrodomestico quando ti aspetti di consumare quasi tutta l’acqua che andrai a riscaldare.
  • Fai acquisti oculati. Individua il ferro da stiro più adatto alle tua esigenze e informati sulle sue performance energetiche. Per quanto riguarda gli indumenti, preferisci l’acquisto di capi che non necessitano di stiratura.
  • Stendi gli abiti in modo che si asciughino con meno pieghe possibile. Ridurre i giri di centrifuga in lavatrice richiederà ai vestiti un po’ più di tempo per asciugarsi ma, una volta asciutti, risulteranno meno sgualciti.
  • Non lasciare il ferro da stiro acceso per ore. Se hai un ferro da stiro con caldaia, osserva quanto tempo impiega l’acqua a scaldarsi e inizia a usarlo non appena è pronto.

Per avere un maggiore controllo sui consumi energetici degli elettrodomestici presenti in casa è inoltre possibile utilizzare delle prese intelligenti e attivare servizi di monitoraggio, come Domuscheck di ENGIE.