Bollette, attenti a questi elettrodomestici: vi distruggono il conto corrente

La stagione a cui andiamo incontro sarà particolarmente dura e ostica da un punto di vista energetico, e ci troveremo a fronteggiare un periodo davvero difficile con il rincaro dell’energia.

Quest’oggi, in particolare, vi forniamo alcuni consigli e suggerimenti pratici utili per risparmiare sulle bollette dell’energia in maniera consapevole e intelligente. Questi consigli arrivano in particolare dall’Agenzia nazionale energetica Enea, che ha stilato alcuni accorgimenti proprio per evitare salassi sulle bollette dell’energia dei prossimi mesi, in modo da essere il più indipendenti possibili (come stato italiano) dalle forniture del gas russo, che scarseggia sempre più.

elettrodomestici consigli 1

Il primo consiglio in assoluto è quello di far uso dei nostri elettrodomestici in casa attivando la modalità “eco”, presente ormai in gran parte dei dispositivi di ultima generazione, aiutando così l’ambiente e riducendo il più possibile i consumi energetici. I programmi “eco” di tutti gli elettrodomestici, in particolare, portano ad un risparmio energetico che si può aggirare tra il 30 e il 40% della spesa totale.

Anche la scelta della classe energetica migliore è molto importante, con il suggerimento di acquistare ovviamente elettrodomestici con la classe più alta possibile, che presentano i consumi più ridotti, mandando in pensione i vecchi dispositivi.

Un altro suggerimento riguarda invece le televisioni, i computer e le console di videogiochi (come PlayStation 5 e Xbox Series X, ad esempio) che presentano spesso una modalità standby (per quando non vengono utilizzati in modo attivo), che se lasciata attiva per ore può portare ad un consumo fino a 100 Watt al giorno, piuttosto considerevole.

Altri consigli per risparmiare sulle bollette

Basterà quindi spegnerli in maniera completa, evitando l’utilizzo della modalità standby, per ridurre considerevolmente i nostri consumi energetici giornalieri. Per quanto riguarda i congelatori e i frigoriferi, invece, sarà sufficiente sbrinarli con una certa regolarità in modo tale da rimuovere le formazioni di ghiaccio e brina dalla loro superficie interna, portando ad un’efficienza maggiore degli stessi in termini di capacità di raffreddamento.

Importanti a tal proposito anche l’utilizzo dei riscaldamenti: secondo l’agenzia internazionale energetica, infatti, è buona norma installare doppi (o addirittura tripli) vetri alle finestre, in modo tale da limitare al massimo la dispersione del calore, portando anche in questo caso a una riduzione del consumo d’energia per riscaldare l’ambiente domestico.

elettrodomestici consigli 2

Lo stesso vale anche per le tapparelle e le persiane, che devono necessariamente rimanere chiuse durante le ore notturne, in modo tale da evitare anche in questo caso la dispersione del calore interno.