Il campo di San Siro diventerà presto sintetico

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

La notizia è ufficiale, l’erba del terreno di gioco dello stadio milanese di San Siro sarà trasformata in sintetica per favorire la qualità del terreno di gioco ed evitare “figuracce” dovute alla scarsa qualità che l’erba vera offre a giocatori e spettatori.

Lo stadio di San Siro avrà il campo sintetico

Per trasformare il campo di San Siro è stata scelta una soluzione all’avanguardia denominata “erba naturale rinforzata“, in altre parole un mix di erba naturale e sintetica che garantirà meno costi di gestione (attualmente il campo viene rifatto molte volte nel corso di una stagione) ed un impatto con il sintetico meno brusco di quello adottato in altri campi totalmente sintetici.

Dettagli del prato con erba naturale rinforzata

Non è la prima volta che un campo di erba sintetica/reale viene realizzato nel nostro paese, il punto di riferimento per le società Milan ed Inter è difatti il campo da calcio del centro tecnico di Coverciano che da diverso tempo è realizzato con la medesima tecnologia che l’ha portato nel tempo a risultati apprezzabili.

Sostanzialmente il terreno di gioco è composto da un fondo di terra mista a sabbia o ghiaia, profondo fino a 20 cm, da uno strato più superficiale di circa 1 cm interamente realizzato da sabbia, utile per garantire il corretto drenaggio dell’acqua, da uno strato di circa 5 cm nel quale fibre di erba sintetica mischiate ad erba naturale vengono fatte convivere fino alla superficie, alla quale giungono solo ed esclusivamente i ciuffetti di erba naturale.

 Il totale delle fibre di erba sintetica dovrebbe essere pari a venti milioni di unità.

Ultimo dettaglio tecnico di quello che sarà il nuovo terreno da gioco di Milan ed Inter è la tipologia di prato a “ritorno di memoria“, ovvero un prato in grado di tornare in posizione originale verticale anche dopo la pressione su di esso dovuta a cadute, calpestii o rotolamenti del pallone.

Entro la fine del campionato sarà individuato il partner tecnico per dare il via ai lavori che dovrebbero iniziare il prossimo 15 giugno, in modo da garantire l’usufruibilità del campo già dal prossimo Trofeo Luigi Berlusconi in programma verso la fine di agosto.

Sarà quindi il Milan la prima squadra milanese a collaudare il nuovo campo “semi sintetico” di San Siro.

Tutti i Diritti sono Riservati © – PassioneTecnologica.it

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape