Marshall Stanmore, qualità senza compromessi, in stile vintage

da

Qualche settimana fa, passeggiando tra le vetrine della mia Milano, ho avuto la fortuna di imbattermi in uno degli oggetti musicali più stravaganti e stilosi degli ultimi anni. Quello che i miei occhi hanno visto, è l’altoparlante Marshall Stanmore, amplificatore audio, dotato di caratteristiche tecniche interessanti e design fortemente retrò. Dopo qualche settimana, abbiamo avuto la fortuna di riceverne uno in prova e, in seguito a qualche giorno di utilizzo, siamo in grado di sviluppare la nostra recensione.

L'amplificatore Marshall Stanmore utilizzato per la nostra prova.

L’amplificatore Marshall Stanmore utilizzato per la nostra prova.

DESIGN ROCK’ N’ ROLL – Lo stile dello Stanmore è puramente Marshall, compagnia inglese che produce amplificatori acustici e oggetti dedicati alla musica. L’amplificatore, ha un design classico, rappresentato al meglio da una griglia anteriore dal sapore antico, fatta di cuciture e tessuti, che richiamano lo stile vintage, di un passato mai dimenticato. Nel centro della griglia trova spazio il marchio aziendale in 3D, caratterizzato da eleganza e cromatura frontale. La scocca, che ricopre l’intero amplificatore, è in similpelle, capace di accogliere, nella parte superiore, la zona di comando del dispositivo, rappresentata dalla sua isola ellittica, in ottone, farcita di tre piccole manopole circolari, fluide ed eleganti, una levetta di accensione, tre led luminosi, il jack di ingresso input 1 e un paio di tasti per la gestione del bluetooth. Parlando di peso e misure, il nostro gioiellino è largo 35 cm, alto e profondo 18,5 e pesa la bellezza di 5 Kg, risultando non propriamente trasportabile.

PROVA DEL SUONO – Il Marshall Stanmore può essere connesso, alle fonti audio, tramite connessione stereo con jack da 3.5 mm, bluetooth, cavo ottico digitale o classico RCA analogico. Sarà quindi possibile riprodurre la propria musica da smartphone, tablet, computer, televisore o strumento musicale. Nella nostra prova, abbiamo appurato la grande corposità dei suoni riprodotti dall’amplificatore, la qualità di alti e bassi è assoluta e tutta la potenza dei suoi 80 W RMS si fa davvero sentire. Il controllo di bassi e medi/alti (treble) è possibile, tramite le comode manopole di configurazione che sono in grado di accontentare, davvero, tutti i gusti musicali. La perfezione, o imperfezione, dei brani è immediatamente evidenziata dal device e la sua potenza, può essere assaporata e gustata entro un range di piccole o medie distanze. Gli amanti dei bassi profondi e corposi, troveranno in questo dispositivo un vero e proprio alleato, pronto a soddisfare le esigenze e richieste più ambiziose. Fate però attenzione ai vostri vicini di casa, poiché potrebbero davvero risentire (negativamente) dell’impulso sonoro di questo piccolo Marshall.

POSSIBILI IMPIEGHI – Tramite la connessione bluetooth, sarà possibile collegare il Marshall Stanmore allo smartphone e riprodurre tutta la libreria musicale, tramite uno strumento all’avanguardia e di grande qualità. Il cavo ottico, può essere utile per collegarlo a televisori o decoder domestici, mentre per vecchi dispositivi o strumenti musicali si potrà scegliere il classico RCA o il jack da 3.5 pollici. Tutte le soluzioni presenti nel Marshall sono ottime e funzionali,  in grado di offrire, quasi sempre, la medesima qualità di riproduzione.

PREZZO E VENDITA – Qualità e originalità hanno un prezzo da pagare, ecco come giustificare, in una semplice e unica frase, il prezzo ufficiale di vendita, pari a circa 400€. Cogliamo l’occasione per ringraziare il distributore ufficiale MTrading che ci ha gentilmente fornito l’amplificatore per la nostra prova.

  • Potenza di uscita: 80 watt RMS;
  • Dimensione woofer: 130 mm;
  • Dimensione tweeter: 20 mm;
  • Risposta in frequenza: 45-22,000 Hz
  • Tipo di ingressi: Jack stereo da 3,5 mm, Bluetooth, RCA, Ottico;
  • Altezza: 18,5 cm
  • Larghezza: 18,5 cm
  • Peso: 5,1 kg
  • Lunghezza: 35 cm

RIPRODUZIONE RISERVATA ©