NaviBot, i robot aspiratutto di Samsung

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

La tecnologia avanza smisuratamente in ogni ambito della nostra vita sociale tanto d’aver intrapreso passi da gigante anche in ambito di pulizie domestiche ed aspirapolveri. Da diversi mesi abbiamo assistito alla comparsa di “particolari” dispositivi robotizzati in gradi di effettuare la pulizia dei pavimenti casalinghi in modo autonomo, grazie alla presenza a bordo di particolari e soffisticati sensori e camere, in grado di sostituire in tutto e per tutto la figura umana.

Samsung è stata l’apripista in questo settore, tanto che la sua linea di robot domestici, denominati NAVIBOT, è indiscussa leader del settore. I robot aspiratutto sono caratterizzati dalla presenza del sistema Visionary Mapping™, grazie al quale il robot è in grado di intraprendere il percorso migliore per la pulizia della propria casa.

Il modello VCR8840T3K della serie Samsung Navibot

I robot Samsung Navibot sono dotati di una fotocamera di bordo in grado di catturare 30 fotogrammi al secondo, consentendo una tracciatura di tutto il perimetro della propria abitazione.  Ancor più sorprendente è la completa autonomia del NaviBot che è in grado di rientrare alla sua stazione di ricarica una volta terminato il processo di pulizia o in caso di interruzione dovuta alla batteria scarica. I modelli di NaviBot prodotti dalla società coreana, attualmente in commercio, sono cinque, tutti caratterizzati da una buona capacità di aspirazione e da una soglia di rumore sopportabile durante le sue fasi di attività. I numerosi sensori presenti sul dispositivo consentono di evitare gli ostacoli evitando che il robot possa colpirli. Tuttavia, il profilo dei NaviBot è realizzato in materiale antiurto per ridurre al minimo  le conseguenze in caso di urti accidentali con gli ostacoli.

Lo sporco raccolto dal Robot viene raccolto in uno speciale contenitore removibile, senza sacco, per facilitare al meglio la pulizia del dispositivo.

Parte posteriore dei Samsung NaviBot

I NaviBot possono essere azionati anche remotamente tramite l’apposito telecomando e dispongono di diversi programmi di pulizia, consentendo di selezionare anche piccole parti della casa da pulire piuttosto che tutto il complesso. Grazie alla presenza delle due spazzole laterali è garantita la pulizia anche negli angoli più difficili della casa (vedi foto sopra).

Noi di PassioneTecnologica.it abbiamo provato un modello di NaviBot e possiamo garantire per il suo completo funzionamento.

Il dispositivo è molto efficiente nella sua fase di pulizia, raccoglie alla perfezione lo sporco ed il pelo di animali. Il cassetto di raccolta dello sporco, comprensivo di filtro sostituibile, è facilmente asportabile e la sua pulizia è intuitiva.

La fase di rientro alla base di ricarica è assolutamente funzionale, NaviBot riesce a rientrare anche manualmente alla base premendo l’apposito tasto posto sul dorso del robot o semplicemente utilizzando il telecomando (in dotazione su alcuni modelli). Il rumore prodotto da NaviBot è in linea con quello degli aspirapolveri (60 dBA) meno rumorosi presenti sul mercato, mentre nella fase di rientro alla base il robot non emette alcun rumore.

Ecco il breve filmato dimostrativo realizzato dalla Redazione:

Please enter the url to a YouTube video.

Per maggiori informazioni sulla linea di aspirapolveri NaviBot visitate la PAGINA UFFICIALE SAMSUNG

RIPRODUZIONE RISERVATA © 

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape