Auto e monovolume: funzionali, tecnologiche e richieste

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Il concetto automobilistico di bello è grande, più tecnicamente monovolume, è stato adottato nel corso degli anni da tutti i costruttori di automobili. L’idea di creare vetture con elevata metratura interna, destò subito interesse da parte degli addetti ai lavori e del pubblico, affamato di sogni ed innovazione.

Nella prima metà degli anni ottanta, sul mercato mondiale, iniziarono ad apparire le prime auto con espressione grezza ma totale del concetto di spaziosità interna. Tuttavia, le dimensioni globali dell’intera vettura venivano stravolte ed ingigantite, eravamo solo agli albori e la tecnologia scarseggiava. La Renault Espace fu una delle apripista di questa categoria, più simile ad un pulmino che ad una normale city car.

Uno dei primi monovolumi sul mercato è il Renault Espace, siamo alla metà degli anni 80.

Attenzione perché a riguardarla oggi in fotografia, se ne trovate una ancora in circolazione chiamatemi subito, con quasi trent’anni di vita vissuta sulle spalle, potrebbe suscitare un leggero senso di disgusto estetico. Ma erano pur sempre altri tempi, ed è bello poter confrontare gli oggetti del presenti con quelli del passato.

Ad ogni modo, il decorso di questa innovazione graduale, sancì che, a partire dagli anni novanta, ogni casa automobilistica degna di questo nome aveva in listino una monovolume.

I costruttori moderni hanno fatto passi da giganti in questo settore, esistono centinaia di monovolume, dalla più piccola alla più ingombrante, tutte dotate di abitacolo più generoso in termini di ampiezza ed altezza rispetto a vetture di fascia normale.

La tecnologia avanza e gli esperimenti non di fermano, ogni anno i costruttori più blasonati sono al lavoro nelle ricerca e sviluppo di concept sempre più esclusivi ed innovativi rispetto alla concorrenza.

È il caso dell’Americana Ford che quest’anno ha voluto porre al centro del mirino il suo prestigioso monovolume C-MAX, presentando al pubblico del Ces di Las Vegas un modello completamente ibrido ed alimentato da celle solari della sua Ford Focus C-Max, vettura protagonista di vendite nel nostro paese, classificatasi nei primi tre posti anche per il primo trimestre 2014.

Ford_Cmax

Ford C-Max, una delle monovolume più vendute in Italia (Classificata al terzo posto nel primo trimestre 2014, dati Corriere della Sera)

Nata nel lontano 2003, la Ford Focus C-Max (nome originario) è cresciuta molto nel corso degli anni e nel 2007 è sparito il marchio di Focus nel suo nome, il veicolo è diventato semplicemente Ford C-Max.

Avanzate dotazioni tecnologiche, raffinati rivestimenti e brillanti prestazioni sono associati ad una vasta affidabilità e dotazione motoristica sia benzina, con motori Ecoboost di ultima generazione (Euro 5) che diesel con i suoi TDCi super ecologici e prestazionali. Interessanti e vantaggiose sono le quotazioni dell’usato per questa monovolume marchiata Ford.

Per tutte le novità sulla Ford Focus C-Max ma anche per gli annuci di vendita ed usato, vi lasciamo al sito www.autoscout24.it.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape