7 trucchi di Windows per esperti e novelli

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Obiettivi simili e strade differenti per raggiungerli: è la logica della vita, ma anche quella del sistema operativo Windows, con le sue funzionalità che possono essere utilizzate in svariati modi, spesso nascosti e poco accessibili. In questo articolo di Passione Tecnologica vi svelerò sette trucchi di Windows che potrebbero esservi utili.

pc-windows

Disabilitare gli aggiornamenti di Windows Update

Livello Difficoltà

Gli aggiornamenti di Windows sono importanti, non mi stancherò mai di dirlo. Tuttavia, quelli automatici possono compromettere le funzionalità del computer, soprattutto i più datati, appesantendoli e rendendoli inutilizzabili. La soluzione ideale sarebbe scremare gli aggiornamenti e scegliere quale installare e quale invece no, di volta in volta, manualmente. Poiché sono certo che la maggior parte dei lettori non è disposta a questa opzione, vi consiglio di digitare “Servizi” nel campo di ricerca di Windows, visualizzare l’elenco e individuare quello chiamato “Windows Update”, selezionarlo con il tasto destro>>cliccare su proprietà>>interrompi e disattivare le opzioni di avvio automatico dal menu a tendina “Tipo di avvio”. In questo modo gli aggiornamenti non saranno più un problema.

disattivare-servizio-windows-update

Attivare l’account administrator predefinito di Windows

Livello Difficoltà

Al primo accesso a Windows, dopo l’acquisto del PC, vi sarà chiesto di creare un account locale per utilizzare il computer. L’account administrator resterà disattivato di default. Potrete attivarlo successivamente accedendo al menu “Gestione computer”, digitando questa voce nel campo di ricerca di Windows; cliccando su “Utenti e gruppi locali”e “Utenti”, sarà possibile cliccare con il tasto destro su “Administrator” e “Proprietà” per deselezionare “Account disabilitato”. Qualora non fosse possibile l’accesso a Windows, potremmo attivare l’account administrator tramite riga di comando MS-DOS “Net user Administrator /active:yes”, avviando il pc con un supporto di installazione o semplicemente aprendo il prompt dei comandi MS-DOS. In alternativa potrete avvalervi di un software gratuito per resettare la password di windows e abilitare con semplici click l’account administrator.

La grafica dell'applicazione

La grafica dell’applicazione

Disattivare la firma digitale dei driver

Livello Difficoltà

A volte può capitare che installando un dispositivo (smartphone, stampante, webcam, ecc…) su Windows, il suo driver sia privo di firma digitale e venga mal digerito dal sistema operativo. In condizioni normali la periferica non funzionerà e nell’elenco dei dispositivi hardware, il driver sarà visibile e contrassegnato con un simbolo giallo. Da Windows 7 in giù, la firma digitale dei driver può essere disattivata semplicemente utilizzando il menu F8 in fase di avvio del pc, scegliendo l’opzione “Disabilita imposizione firma driver”. Da Windows 8 a 10 occorre accedere a “Impostazioni di Windows” >> “Aggiornamento e Sicurezza” >> “Ripristino” >> “Avvio Avanzato” >> “Riavvia Ora” >> “Risoluzione dei problemi” >> “Opzioni Avanzate” >> “Impostazioni di avvio” >> tasto riavvia. Al successivo riavvio si dovrà premere il numero 7.

Attivazione modalità provvisoria Windows 8

Disabilitare il messaggio “Rilevato problema disco rigido”

Livello Difficoltà

Si tratta di un messaggio che potrebbe comparire saltuariamente e che spesso di rivela reale, indicando problemi concreti del proprio hard disk. Premesso questo, se avete fatto un backup e non temete rischi, potrete disattivarlo.  Dalle policy locali di Windows è possibile arrestare questo controllo e il conseguente avviso per l’utente. Nel campo di ricerca di Windows digitare “Gpedit.msc”  E premere invio; selezionare “Configurazione computer” >> “Modelli amministrativi” >> “Sistema” >> “Risoluzione dei problemi” >> “Diagnostica” >> “Diagnostica Dischi”, aprire la voce “Diagnostica dischi: configurazione livello di esecuzione” e cambiarla da “Non configurato” a “Disattivato“. Riavviare il PC per applicare le modifiche.

disattivare-errore-disco-windows

Disinstallare un programma definitivamente

Livello Difficoltà

Quando installiamo un software sul pc, dobbiamo mettere in preventivo che, anche disinstallandolo tramite uninstaller o pannello di controllo, qualche traccia di esso resterà per sempre a spasso nel pc. Esistono software come Revo Uninstaller, disponibile nella versione gratuita e portable (da non installare), che permettono di eliminare definitivamente i programmi, rimuovendo tutte le tracce dal registro di Windows e dalle cartelle nascoste e di sistema. Funziona alla grande ed è facilissimo da utilizzare.

Eliminare virus e malware

Livello Difficoltà

Per questo punto c’è talmente tanta carne al fuoco che bisognerebbe affrontarlo a parte. Con Windows le possibilità di prendere un virus è sempre dietro l’angolo. La presenza dell’antivirus, soprattutto se di scarsa qualità, non rappresenta una sicurezza assoluta in termini di prevenzione. Per fare una scansione del sistema, alla ricerca di malware e virus, una delle migliori soluzioni è rappresentata dal software Malware Bytes, disponibile in versione gratuita e capace di rimuovere la maggior parte delle minacce. Convive con l’antivirus e, nella versione a pagamento, lo sostituisce con personalità.

malware-bytes-gratis

Recuperare versioni precedenti di file e cartelle

Livello Difficoltà

Una delle funzioni più interessanti e utili di Windows, introdotta a partire da Windows XP SP1, è quella delle copie shadow dei file, vere e proprie ancore di salvataggio in caso di virus o problemi con il pc. Si tratta sostanzialmente di copie temporali di ogni singola cartella o documento, create dal sistema operativo entro il limite di spazio dell’hard disk, dedicato dall’utente. È possibile richiamare e ripristinare versioni precedenti di file e cartelle manualmente, premendo il tasto destro sui singoli elementi e scegliendo “Ripristina versioni precedenti” o in modo massivo, tramite l’applicazione gratuita ShadowExplorer. Quest’ultima soluzione è consigliata quando cartelle e file da ripristinare sono numerosi.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape