Cartucce e toner: originali, rigenerate o compatibili?

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

I materiali di consumo legati alle stampanti laser o inkjet e consumabili per ufficio è un tema molto ampio e complesso che interessa molto sia privati che aziende. Ci sono domande alle quali spesso fatichiamo a rispondere e trovare soluzioni adeguate. Che differenza c’è tra una cartuccia o toner di stampa originale e una compatibile? Posso ricaricare o rigenerare il toner o la cartuccia? Proviamo a rispondere a queste domande con qualche esempio:

inchiostro-stampanti

Cartucce e toner, meglio originali o compatibili? I toner o le cartucce per stampanti originali sono parti di ricambio prodotte direttamente dalle case produttrici delle stampanti che utilizzano tecnologia e materiali di qualità garantita e dichiarata.  I ricambi compatibili sono invece dispositivi prodotti da terzi e non appartengono alla categoria degli Original Equipment Manifacturer, marchio riservato alle cartucce originali fabbricate dallo stesso produttore della stampante. Come in tutte le cose entrambe le tipologie possono avere vantaggi (Pro) e svantaggi (Contro) che elenchiamo di seguito.

Cartucce e Toner Originali per stampanti:

PRO:

La tecnologia dei prodotti OEM originali è solitamente quella massima, la tipologia dell’inchiostro utilizzato, la testina di stampa per le cartucce e la qualità dei materiali dovrebbero offrire sempre il massimo delle performance per il dispositivo, evidenziabile soprattutto nella stampa di grafici e fotografie. Utilizzando questi prodotti autentici potremo sempre avvalerci della garanzia del produttore della stampante in caso di problemi e guasti.

CONTRO:

Il costo di vendita è spesso elevato e acquistando la stampante ci troveremo con il primo equipaggiamento di cartucce e toner ad inchiostro limitato.

cartucce-stampa

Cartucce e Toner compatibili per stampanti:

PRO:

Costano meno rispetto all’equipaggiamento originale e grazie alla vasta concorrenza ne esistono di varia tipologia e qualità. In questo ambito troviamo prodotti davvero notevoli che spesso non fanno rimpiangere le parti originali.

CONTRO:

La qualità dell’inchiostro spesso non è all’altezza di quelle originali. In rare occasioni possono rappresentare anche un rischio per la sicurezza, soprattutto per i toner, poiché non ci sono sufficienti indicazioni e garanzie sulla quantità e tipologia dei materiali chimici impiegati. Infine, in caso di problemi con la stampante la garanzia decade e potremmo avere seri problemi con il produttore.

toner-rigenerati

Vale la pena rigenerare un toner o una cartuccia di stampa? La legge della conservazione della masse, più che mai attuale come in questo caso, dice che “nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma”. Ogni toner o cartuccia di stampa può essere ricaricata di inchiostro una volta esaurito quello originale. E’ possibile acquistare toner o cartucce originali già rigenerate o addirittura ricaricarle a casa con il fai da te acquistando ricariche di inchiostro o toner e seguendo una delle centinaia di guide presenti online. In questo caso, il consiglio è quello di acquistare sempre materiali certificati UE e provvisti di schede di sicurezza dettagliate con indicazioni sulla chimica degli elementi presenti. Acquistando cartucce e toner rigenerati può farci risparmiare fino al 60% e favorire la salvaguardia dell’ambiente grazie al riciclaggio delle componenti in plastica dei toner e delle cartucce.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Davide Caprotti

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape