5 buoni motivi per fare il consulente informatico

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn71Pin on Pinterest0Email this to someone

A grande richiesta, facendo seguito alla guida “5 buoni motivi per non fare il consulente informatico“, abbiamo individuato cinque punti per i quali invece consigliamo a tutti di diventare consulenti informatici. Rivolgiamo questo articolo ai giovani ragazzi che si affacciano,o vorrebbero farlo, per la prima volta a questo mondo e cerchiamo invece conferma in quelli più cresciuti che ci operano già da diversi anni.

5 buoni motivi per fare il consulente informatico

5 buoni motivi per fare il consulente informatico

CONSULENTE INFORMATICO

Ricordiamo che programmatori informaticisistemistitecnici helpdesk, Web designer e simili, non assunti direttamente per l’azienda nella quale operano, devono considerarsi Consulenti Informatici.

Ecco i cinque punti per i quali consigliamo di diventare consulenti informatici ed essere felici:

1) SODDISFAZIONI PROFESSIONALI – Il lavoro del consulente informatico, in tutte le sue sfaccettature, richiede un grosso senso di responsabilità e ragionamento. I migliori consulenti, almeno quelli di vecchio stampo, che al cospetto di una problematica complessa si mostrano “duri a morire” e sfruttano tutta la propria testardaggine e meticolosità per cercare di risolverla, avranno modo di essere molto soddisfatti ed orgogliosi di se stessi in caso di risoluzione positiva dell’attività. Vincere una battaglia contro un computer, un server o una stampante è davvero gratificante.

2) AGGIORNAMENTI COSTANTI – Il fatto di operare quotidianamente a contatto con computer, server, reti, switch e stampanti offre notevoli vantaggi a livello professionale. Tenere la mente allenata è sempre buona cosa, le nostre conoscenze e capacità in ambito informatico ne gioveranno sicuramente, ci torneranno utili in futuro. Tuttavia, i tecnici migliori sono quelli che coltivano la passione anche al di fuori del lavoro, realizzando progetti personali (es. creando siti web e forum) e magari offrendosi come consulenti informatici part time spargendo la voce tra amici, conoscenti ed aziende.

Testardaggine e meticolosità di lavoro sono caratteristiche dei migliori consulenti informatici.

Testardaggine e meticolosità di lavoro sono caratteristiche dei migliori consulenti informatici.

3) DISPONIBILITA’ DI SOFTWARE – Dentro il contesto aziendale avrete a disposizione numerosi software professionali licenziati, sistemi operativi, suite grafiche e multimediali e tanti altri prodotti che faranno parte del vostro corredo da consulente con tutti i vantaggi del caso.

4) INGAGGI EXTRA-PROFESSIONALI – Questo punto non è per tutti, è rivolto prevalentemente ai consulenti bravi e preparati tecnicamente, con una bella testa, che sono in grado di interfacciarsi con gli utenti nel migliore dei modi, mostrandosi volenterosi e capaci di risolvere le problematiche in modo brillante. Per questi tecnici c’è la potenzialità concreta di essere ingaggiati dagli utenti delle rispettive aziende per risolvere problematiche personali sui loro computer casalinghi, naturalmente in cambio di ricompensa economica.

5) TEMPO LIBERO – I consulenti informatici hanno del tempo libero nelle loro giornate? La risposta a questa domande prevede una puntualizzazione. Il tempo libero esiste, è concreto e soprattutto in particolari periodi dell’anno frequente. Tuttavia, la giornata tipo del consulente informatico prevede lavoro spezzettato nel corso della giornata, intervallato da pause e tempi morti. Naturalmente può capitare la giornata pesante, senza pause e ricca di problematiche o installazioni, e la giornata storta nella quale non funziona nulla e tutta la nostra buona volontà non è sufficiente a risolvere alcuna problematica. Ad ogni modo, il consulente che “cazzeggia” davanti al computer in attività personali più o meno importanti è una prerogativa da considerarsi  fisiologica.

 RIPRODUZIONE RISERVATA ©

 

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn71Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape