Disdetta Tiscali ADSL e fattura non (ancora) rimborsata

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Molto spesso, per gli operatori di telefonia, il cliente è un vero e proprio giacimento di denaro, da attingere con regolarità costante, per quanto riguarda il pagamento dei servizi emessi. Per esempio, fatture e pagamenti relativi ai contratti ADSL, devono essere saldati (rigorosamente) dal cliente entro la data stabilita in bolletta, pena la cessazione del servizio e nel peggiore dei casi le ammende economiche o il passaggio della pratica al recupero crediti.

reclamo-adsl-tiscali

Purtroppo, esistono casistiche nelle quali siamo noi stessi ad avere del credito nei confronti dell’operatore telefonico e ci tocca aspettare i tempi dell’azienda per ottenere il rimborso dovuto. Oggi parliamo di disdetta Tiscali ADSL, del servizio clienti Tiscali, dell’area amministrativa dell’operatore sardo e di una fattura a credito, che dopo molti mesi, non è ancora stata rimborsata. Ho deciso di condividere questo episodio poiché sono certo che si tratti di una pratica usuale, che l’azienda in questione (e probabilmente altre) riserva a chi decide di rescindere il contratto con la loro azienda.

 Disdetta Tiscali ADSL e rimborso non ricevuto 

I primi giorni di agosto 2015 decido di rescindere dal mio abbonamento Tiscali Tutto Incluso Light ADSL poiché la qualità della linea nella mia abitazione, fuori Milano, risultava molto lenta e spesso disconnessa.

L’operatore, dopo circa un mese di tempo dalla mia richiesta di recesso, acconsente alla cessazione del servizio invitandomi però a pagare la fattura finale di 75,54€, la quale comprendeva i consumi di Ottobre e Novembre 2015 che per logica, non avrei dovuto pagare poiché non fruiti e successivi alla cessazione del mio contratto.

La fatturazione anticipata da pagare nonostante la chiusura del contratto con Tiscali.

La fatturazione anticipata da pagare nonostante la chiusura del contratto con Tiscali.

Prontamente, contatto l’assistenza clienti Tiscali la quale mi comunica che, nonostante non abbia fruito di tali servizi, sono tenuto a pagare ugualmente la fattura entro la data di scadenza, poiché si tratta di contratto con fatturazione anticipata; l’eventuale rimborso sarebbe stato conteggiato e inserito nella fattura successiva di chiusura contratto.

Con dispiacere e rammarico decido di pagare, rimanendo in attesa della fattura di conguaglio finale. Dopo qualche settimana, il 2 novembre 2015, ricevo la fattura a credito con la cifra di -62,22 e la dicitura “da pagare entro il 2 dicembre 2015 (vedi foto). È logico pensare che, se questa fattura non fosse stata a credito, avrei dovuto pagarla tassativamente entro la data indicata. Logico quindi concludere che il rimborso da parte dell’operatore mi sarebbe stato corrisposto entro questa tempistica.

La fattura a credito con il rimborso.

La fattura a credito con il rimborso.

Purtroppo non è andata così: non ricevendo nulla, al termine della scadenza del 2 dicembre, controllo il mio conto corrente con cadenza giornaliera senza però trovare traccia dei miei 62,22€.  Lascio passare qualche settimana e contatto il servizio cliente Tiscali; l’operatore mi comunica che ci vuole tempo per i rimborsi e che avrei dovuto pazientare. Amareggiato lascio passare il 2015 senza ottenere nulla, fino ad armarmi di coraggio e decidere di ricontattare Tiscali altre due volte nel corso del 2016.

Queste sono le risposte degli operatori Tiscali ai miei solleciti:

8 Aprile 2016 – Ciao Davide, abbiamo inviato un sollecito per la tua pratica di rimborso al settore preposto. Ti invitiamo ad attendere aggiornamenti. Ciao, Sonia
15 Febbraio 2016 – Ciao Davide, le pratiche di rimborso sono lunghe, ci vorrà qualche mese, ciao Federica
 
22 Gennaio 2016 – Ciao Davide, la tua richiesta di rimborso è in lavorazione. Ti invitiamo ad attendere il bonifico per l’importo di € 62,22, verrai aggiornato sull’avanzamento della tua pratica. Grazie. Silvia
Per concludere, sono passati circa sei mesi dall’emissione della fattura di fine contratto a credito di Tiscali e del rimborso dei miei 62,22€ nemmeno l’ombra, nonostante questa frase sia evidenziata sulla mia pagina personale Tiscali all’interno dell’area dedicata alle fatture:

 Gentile cliente, risulta un credito a tuo favore di €  62.22 

Vi sembra una pratica commerciale seria e professionale quella espressa dall’operatore Tiscali? Siamo proprio costretti a coinvolgere le Associazioni dei Consumatori come Altroconsumo e il Codacons o dobbiamo pazientare ancora?

In attesi di sviluppi (il post sarà aggiornato) vi chiediamo esperienze simili, da segnalare tra i commenti di questo post.

AGGIORNAMENTO GIUGNO 2016

Finalmente il rimborso è avvenuto correttamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape