Tecnologia e Mercati: Qual è il vero Legame?

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Finanza e tecnologia: due mondi apparentemente distanti, ma in realtà sempre più legati a un doppio filo. Non solo il lancio di un nuovo prodotto può far lievitare il valore delle azioni di una compagnia, ma anche il calo di vendite di un modello competitor, un problema tecnico o semplicemente delle recensioni non entusiaste.

tecnologia e mercati

Samsung e il Dramma di Galaxy Note 7

L’ultimo esempio è di qualche settimana fa. Tutti sanno dei gravi problemi che la Samsung sta attraversando da quando alcuni modelli dello smartphone di punta della casa coreana – il Galaxy Note 7 – sono letteralmente esplosi fra le mani dei clienti. Le maggiori compagnie aeree stanno vietando l’utilizzo del Galaxy sui propri voli e le vendite di certo non ne hanno beneficiato, sebbene fosse stato presentato come un modello di livello assoluto. Ebbene, le azioni Samsung ne hanno ovviamente risentito, mentre dall’altra in casa Apple non hanno fatto altro che festeggiare. Dopo aver risolto i problemi di surriscaldamento dei Galaxy Note 7 e poi fatti rientrare sul mercato, fisiologicamente il titolo Samsung aveva tirato un sospiro di sollievo.

tecnologia e mercati

Samsung Galaxy Note 7

Apple e le Aspettative Gonfiate di iPhone 7

Nel frattempo però le azioni di Cupertino hanno proseguito dritte per la loro strada, macinando guadagni su guadagni. Un mese fa poi, la presentazione dei nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus, durante un evento come sempre maestoso in quel di San Francisco. Evento che però non ha portato al successo che Tim Cook sperava, in termini di consensi tra gli investitori. Come riportato in questo interessante articolo, Apple non è riuscita realmente ad eccitare gli investitori al momento del lancio dei nuovi gioielli di casa. Principalmente, pare che questo sia dovuto ai numerosi rumors sulle nuove funzioni del telefono, molti dei quali confermati in fase di presentazione dello smartphone. I mercati sembrano quindi adattarsi a tutto, anche al possibile malcontento dei clienti nel veder sparire il jack delle cuffie. Quel giorno, entro la fine della sessione di negoziazione, il titolo ha chiuso a 108,38 $ per azione dopo un piccolo guadagno di $ 0,68 per azione e 0,63%. Nelle ore successive il titolo in chiave di trading, è sceso dello 0.02%.

Smartphone con doppia fotocamera

iPhone 7 Plus

La svolta: Apple Decolla sulle ceneri di Note 7

Nonostante tutto però, Apple ha beneficiato delle recensioni positive dei nuovi telefoni e sta tuttora traendo vantaggio con numeri confortanti in termini di vendite, anche a causa del sopracitato caso Samsung, il cui trend positivo delle azioni ha avuto vita breve. Esse sono tornate a sprofondare dopo la definitiva sospensione di produzione e distribuzione del Galaxy Note 7. Apple gongola. Le azioni hanno infatti hanno raggiunto quota 117,34 dollari. Il valore di mercato di Apple è aumentato del 10%, ossia di circa 58,8 miliardi di dollari, dal momento in cui Samsung ha sospeso le vendite dei Galaxy Note 7.

Angelo Zino, analista di S&P Capital IQ, ha affermato che Apple potrebbe anche arrivare a vendere 10 milioni di iPhone in più grazie al caso Samsung Galaxy. La Mizuho, azienda di ricerca, ha incrementato il target price delle azioni Apple da 10 dollari a 130 e non è stata l’unica. Secondo gli analisti, infatti, le azioni Apple arriveranno a toccare quota 126,45 dollari entro 18 mesi.

tecnologia e mercati

Google al Top con lo Smartphone Pixel

Non solo Apple però. Google convince clienti e investitori con i suoi nuovi Google Pixel. Le azioni Alphabet (la holding di Google) hanno infatti raggiunto il valore più alto degli ultimi 12 anni. I nuovi smartphone del colosso di Mountain View, presentati lo scorso 4 ottobre, hanno fatto parlare di sé per le interessanti specifiche tecniche, i prezzi competitivi e il design, non molto ricercato, ma in perfetto stile Google. Si tratta del primo smartphone interamente prodotto da Big G, sia in termini di hardware che, ovviamente, di software. L’attesa era ovviamente altissima. Ecco che però ora iniziano ad apparire online le prime recensioni che definire positive è riduttivo. L’entusiasmo degli investitori non ha tardato a riversarsi sul prezzo delle azioni, il quale è salito fino a 826,5 dollari con una percentuale di incremento del 2,5%. Si tratta del valore più alto dal 19 agosto 2004, giorno in cui le azioni Google sono state scambiate per la prima volta nei mercati finanziari pubblici.

tecnologia e mercati

Lo Smartphone Google Pixel

L’Altalena dei Mercati

Le dinamiche del mercato sono difficili da prevedere, ma non così lontane da comprendere. Se nel caso di Google la grande attesa si è trasformata in entusiasmo, per quanto riguarda Apple, più abituata a grandi lanci e forse non più così capace di stupire, i risultati sono strettamente legati alle vendite – peraltro ottime. Per quanto riguarda Samsung, beh c’è poco da dire se non augurare alla casa coreana di rimettersi in pista il più in fretta possibile, perché la concorrenza sta correndo più velocemente del previsto.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape