iOs 5, tutto gira intorno ad iCloud

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Cari amici, è finalmente uscito l’aggiornamento iOS 5 per i dispositivi Mobile di Apple, e ci concentriamo su quella che senza ombra di dubbio è l’innovazione assoluta di questo upgrade, ovvero, l’integrazione totale del dispositivo con il servizio Apple iCloud. La nuvola, ovvero lo spazio virtuale, che ti permette di memorizzare i tuoi dati, con opportune misure di sicurezza, e di accedervi da ogni postazione disponibile, purché fornita di connettività di rete ed accesso ad internet.

iCloud, è pronto a stupirvi

Dobbiamo complimentarci con Apple, perchè è riuscita ad integrare il suo iCloud sui dispositivi portatili in maniera davvero esauriente, originale e pratica. Con l’aggiornamento ad iOs 5, per chi non lo avesse fatto è disponibile collegando il dispositivo Apple ad iTunes 10.5, sarà vostra premura dover collegare il dispositivo al proprio ID Apple, o crearlo gratuitamente se non disponibile, perchè grazie all’inserimento di queste credenziali, il Vostro dispositivo sarà integrato con iCloud e pronto per condividere informazioni con altri dispositivi. 

Collega il tuo ID Apple per usare iCloud

Grazie ad iCloud, avrete il vantaggio di “vedere” i vostri dispositivi Apple perfettamente sincronizzati, con musica, applicazioni, book, immagini e quanto altro. La cosa ancor più meravigliosa è che non dovrete fare nulla manualmente, sarà sufficiente associare i vari dispositivi con la stessa ID, ed impostarli per ricevere le informazioni automatiche necessarie. iCloud funziona sia su rete wi-fi che su rete 3G.

Alcuni esempi? Comprate un brano sul vostro IMAC di casa? iCloud si occuperà automaticamente della sua propagazione sul vostro iPhone o iPad e potrete ascoltare la canzone a spasso per la città. Scattate un immagine di vostro figlio all’uscita da scuola? Vostra moglie potrà immediatamente visionarla nella libreria dell’ IMAC di casa. Dobbiamo metterci in testa che non si tratta di  trasferimenti di file, perchè il nostro dispositivo, sia esso un iPhone,Ipad o iMac, sta lavorando sul Cloud, ovvero sulla rete, praticamente non memorizza nulla sulla RAM del dispositivo. E’ esattamente lo stesso concetto degli altri servizi Cloud disponibili sulla rete (Dropbox, Microsoft Skydrive, ecc…..), una sorta di Streaming di foto, video, documenti e quant’altro. Domanda spontanea? Ma chi sarà così fortunato da avere tanti dispoitivi Apple tutti per se? 🙂 Andiamo avanti nella recensione senza pensarci…. 🙂

Per quanto riguarda i documenti, anche essi possono essere condivisi, iCloud è parte integrante della suite iWork di Apple per dispositivi iOS: è compatibile con Pages, Keynote e Numbers. Apple giura di aver reso disponibili tutti gli strumenti per creare applicazioni compatibili con iCloud anche agli sviluppatori esterni, così presto vedremo il propagarsi di applicazioni orientate su iCloud e disponibili su tutti i tuoi dispositivi, Mac e PC inclusi.

Ultima nota importante, è il backup automatico, che il dispositivo effettua, sempre memorizzando i dati sul Cloud, quando il dispositivo è collegato ad una fonte di corrente elettrica. Se acquistate un nuovo dispositivo Apple, i dati saranno configurati in tutta semplicità. Sarà sufficiente collegare il dispositivo alla rete Wi-Fi, inserire la Apple ID ed i dati personali,  nonché la musica, le applicazioni e tutto ciò che hai acquistato su  iTunes, saranno ripristinati sul nuovo dispositivo.

Ecco gli elementi interessati al Backup automatico di iCloud:

  • Foto e video del Rullino foto
  • Impostazioni del dispositivo
  • Dati delle app
  • Schermata Home e disposizione delle app
  • Messaggi (iMessage, SMS e MMS)
  • Suonerie

Innovativo, utile ed un pochino pericoloso il nuovo “trova i miei amici” e “trova il mio dispositivo” che consentono di localizzare, sullo smartphone o sulla pagina di iCloud del Browser,  rispettivamente i propri amici ed il proprio dispositivo collegato ad iCloud.

Il servizio è molto bello anche se  indubbiamente ha preso spunto da Android, che da diverse release, integra servizi di condivisione dati sui propri Smartphone, tramite l’account Google che come saprete ha innumerevoli offerte in merito (Picasa, Gmail, Docs, ecc…).

 

 

 

 

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape