Le 5 migliori app per studenti da non perdere

da

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

Studiare a liceo o all’università oggi è diventato più facile e con contenuti fruibili a una velocità e comodità inimmaginabili fino a pochi anni fa.
La diffusione di vari device tra smartphone, tablet e computer portatili, ha fatto in modo che con le app, per lo più gratuite, scaricabili sia su Android che su iOS, si possa organizzare il lavoro in modo sistematico ed estremamente preciso.

students

I supporti che oggi lo studente possiede, permettono di prendere appunti senza più usare carta e penna, registrare lezioni, fotografare contenuti, scannerizzarli e stamparli. Insomma l’organizzazione e la pianificazione dello studio è veloce ed è ormai impossibile pensare allo studente senza questi strumenti cosi utili. L’istruzione nel mondo e in Italia è cambiata drasticamente, divenendo sempre più digitale, con le possibilità di studiare ovunque, tanto che si può parlare di evoluzione 2.0 delle università con la quale una laurea a distanza è a portata di mano grazie agli atenei telematici come Unicusano.

 

smartphone

 

1 Evernote. E’ certamente una delle migliori app gratuite che si possa trovare su tutti i dispositivi portatili (computer, tablet e smartphone). Le sue funzionalità vanno dall’organizzazione pratica dello studio con agenda, al promemoria di orari per le lezioni, di note che si possono andare a ricercare all’occorrenza, alla possibilità di prendere gli appunti durante le lezioni, fotografare pagine di libri o i passaggi della spiegazione su una lavagna.
L’utilizzo è estremamente intuitivo e, se si scarica in versione Premium, si possono bloccare tutti i dati salvati con un Pin. Non manca poi la possibilità di salvare delle pagine di internet da riprendere all’occorrenza accedendo tramite il desktop. Naturalmente tutto quello che si registra sull’app è condivisibile e disponibile anche sugli altri dispositivi.

2 Altre app molto utili sono quelle legate ai traduttori on line che rendono subito disponibili i contenuti inserendo la parola o l’intera frase da tradurre.
Sia su iPhone che su Android il migliore è certamente Google Translate alla quale fa concorrenza Dictionary.com, che è un app con un dizionario per la definizione dei vocaboli, quindi anche con funzione di sinonimi e di traduzione.

3 E’ disponibile anche un app che si chiama Libretto Universitario su GooglePlay dove si può organizzare il lavoro a partire dagli orari delle lezioni e inserire anche i voti presi agli esami con i crediti corrispondenti. I grafici restituiscono subito un quadro della situazione con l’andamento e si possono salvare anche i promemoria per il pagamento delle tasse universitarie. Con un passcode questi dati non saranno accessibili ad altri.

4 Per organizzare il proprio metodo di studio c’è l’app Simplemind su Apple e Android, con la quale si possono creare e formare delle mappe mentali, schemi che riportano subito alla mente concetti e contenuti. Le etichette si possono colorare e a queste potete collegare link sul web, immagini, note. Il tutto è disponibile su tutti i dispositivi scaricando sul Dropbox.

5 Sono utilissime le app che permettono di registrare le lezioni e scaricarle su iCloud per non occupare memoria sui device. E’ il caso di Audio Memos, ma anche MemoVocali già presente su iPhone. Su Android c’è Voice Recorder dove una registrazione può anche essere programmata a una certa data e ora.

Senza più vincoli di spazio si può studiare in qualsiasi momento con facilitazioni a tutto vantaggio di un rendimento migliore e di elevata qualità.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Condividilo sui Social Network…
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

Protetto da Copyscape